Amanti della Colazione Continentale, se fate un lavoro creativo fareste bene a rivedere le vostre abitudini. Pare infatti che le migliori muse ispiratrici, al mattino, siano gli alimenti a base di zuccheri, carboidrati, caffeina, teina e cioccolato.

Colazione creatività

E no, non è l’ultima trovata per farvi sentire meno in colpa di fronte ad un bombolone al cioccolato: a dirlo sono i dati, venuti fuori da un’analisi su “Colazione e Creatività” promossa dall’ Osservatorio Aidepi-Doxa “Io comincio bene”, presentata a Milano la settimana scorsa.

Ma quindi, tra tutti i tipi di Colazione nel Mondo, qual è la più indicata per chi fa un lavoro creativo?

 

La Prima Colazione dei Creativi: 5 consigli per accendere la “lampadina”

1. Non saltatela: fare colazione è come “riempire il “serbatorio energetico”

Chi fa un lavoro creativo o per il ruolo che ricopre ha costantemente bisogno di nuove idee, dovrebbe dare molta importanza alla prima colazione, e prendere l’ abitudine di abbinare zuccheri e cereali di rapido assorbimento.

A spiegarci il perché é il prof. Luca Perretta, nutrizionista e gastroenterologo dell’Università di Roma La Sapienza, secondo il quale “I neuroni, per funzionare correttamente devono avere i serbatoi pieni di energia e in particolare di glucosio, che rappresenta l’esclusivo carburante da loro utilizzato in condizioni fisiologiche”.

È importante dunque non saltare la prima colazione perché – aggiunge Perretta – “Il serbatoio va riempito prima, vale a dire al mattino, e non alla sera”.

 

2. La Prima Colazione Mediterranea stimola le idee

Pane burro marmellata

Qual è dunque la colazione dei creativi? “La Colazione Dolce, tipica mediterranea, basata su cereali abbinati a zuccheri di rapido assorbimento – spiega ancora Perretta –  è il segreto per una migliore funzione cerebrale e, dunque, per alimentare la creatività“,

Cominciare la giornata con fette biscottate o pane, burro e marmellata, insomma, sembra essere un ottimo modo per mettere in circolazione le idee, e a confermarcelo è un altro nutrizionista, Danilo Gasparini, docente di Storia dell’Alimentazione dell’Università di Padova.

Pane, fette biscottate, biscotti e cereali – sostiene infatti il prof. Gasparini – apportano zuccheri a lento rilascio, con un indice glicemico più basso (in particolare se si preferiscono prodotti integrali), che danno energia per tutta la mattina”.


3. Le “pozioni” del risveglio creativo”: latte, tè, caffè

Caffè

Oltre al latte, anche té e caffè stimolano i processi creativi e favoriscono la concentrazione. “La teina –  spiega Gasparini – aiuta infatti a mantenere la concentrazione mentre la caffeina aumenta il livello di serotonina e stimola la memoria.”.

Che la cultura del Caffè in Italia faccia del nostro un popolo di genio?


4. Cerca l’Idea, trova il Cioccolato

Cioccolato

Già in passato abbiamo decantato le proprietà del Cioccolato, mostrandone tutti i benefici in un’infografica, per poi rivelarvi che è persino uno dei migliori rimedi naturali contro la tosse, ma adesso vi diciamo di più: il cioccolato è anche un propulsore di creatività.

“Se non ci sono patologie per cui è controindicato – aggiunge infatti, ancora, Gasparini – il cioccolato è un alleato del benessere, stimola il sistema nervoso centrale e migliora la fantasia”.

In sostanza, cari creativi, il giorno prima di un brainstorming o di una riunione importante, mettetevi all’opera su Ricette con il Cioccolato, preparate una Colazione ad hoc per il mattino successivo, la performance è assicurata! (Se però poi, lì per lì, non vi verrà in mente niente, fatevi due domande e non date tutta la colpa a noi, alla notizia o allo scarso effetto del cioccolato eh?)


5. Il Rito della Prima Colazione: seduti è meglio

Colazione Cornetto

E stando ancora alle parole del docente, fare colazione di corsa, mentre infilate un braccio nella manica della camicia, è un’abitudine che rema contro la vostra creatività, perché anche l’atto del “sedersi, sorseggiare un cappuccino, rosicchiare o inzuppare un biscotto, aiuta a lasciar fluire i ricordi della notte ed iniziare ad immaginare la giornata”. Con calma è meglio: carburate voi, carburano le idee.

Quali sono le vostre abitudini per la Prima Colazione? Siete fan della mediterranea, della continentale o avete altre preferenze?

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO CON I TUOI AMICI

Ti è piaciuto questo articolo?

Vuoi restare aggiornato su tutte le novità del Giornale del Cibo?

Iscriviti alla Newsletter: riceverai ogni giovedì una selezione degli articoli, delle ricette e degli eventi più rilevanti della settimana sul mondo del food e dintorni

Dichiaro espressamente di aver preso visione dell’informativa resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 ed autorizzo il trattamento dei dati.

A proposito dell'autore

Silvia Trigilio
Caporedattore
Google+

Nata ad Augusta, in provincia di Siracusa, vive e lavora a Bologna. Per il Giornale di Cibo si occupa della sezioni Approfondimenti ed Expo 2015. Il suo piatto preferito sono i profiteroles della mamma perché sono lo ying e yang della cucina... se bianco e nero, dolce e amaro possono fondersi in maniera così estatica, vuol dire che un mondo migliore è possibile. In cucina non può mancare: una connessione internet, un tirabusciò (o tire-bouchon) e dei buoni commensali.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata