Continuiamo il nostro percorso alla scoperta del pesce povero pescato nei mari italiani e vediamo cosa possiamo cucinare con le specie di pesce di maggio dette “meno note”. La lista è lunga, come abbiamo visto con il pesce di stagione di questo mese! Concentriamoci su tre specie…

Pesce Povero: come usare in cucina Alaccia, Pesce Serra e Costardella

Alaccia

L’alaccia vive nel mar Mediterraneo, nella parte sud del mar Nero e nell’Oceano Atlantico orientale tra il Portogallo ed il Sudafrica. È presente anche sul lato americano dell’Atlantico, tra Capo Cod e l’Argentina. Da sempre comune nel Mediterraneo meridionale, attualmente lo si trova anche nella parte settentrionale, mar Ligure e Adriatico, dove fino qualche anno fa era raro.

alaccia ricetta

Si riconosce appartiene alla famiglia delle sardine o aringhe, anche se si distingue per la dimensione maggiore e la forma più spessa. Caratteristica la linea di colore giallo sul fianco.

E come si cucina? Tradizionalmente l’alaccia veniva consumata sotto conserva, soprattutto nel Sud Italia e isole. Veniva lasciata per tre giorni sotto sale, quindi ripulita e messa sott’olio in barattoli di vetro. Così preparata, ancora oggi può essere un ottimo antipasto accompagnata con pane oppure la si può soffriggere o ancora utilizzare per arricchire un sugo di mare.  Se acquistata fresca, l’ideale è fritta nell’olio.

 

Pesce Serra

Il pesce serra è comune nei mari d’Italia, mar Mediterraneo e mar Nero, mentre nell’Oceano Atlantico orientale lo si trova a nord fino al Portogallo. In Italia la sua presenza non è più limitata alla fascia costiera compresa tra Calabria e Lazio, ma si pesca in tutti i nostri mari.

Si riconosce per il colore grigio-verde con pinne scure e una macchia di colore argento sul ventre, per i riflessi color oro del viso. Caratteristica anche la dentatura acuminata.

pesce serra

Apprezzatissimo in Turchia e Grecia, in Italia è spesso utilizzato come valido sostituto della più pregiata spigola, anche se il sapore è più deciso e la consistenza delle carni più asciutta.

In cucina si può utilizzare per preparare spaghettini all’acqua pazza o in una tradizionale zuppa di pesce, si può cuocere al forno con contorno di patate, in crosta di sale, alla pizzaiola o al cartoccio. Si presta anche per la preparazione di polpette oppure si può mangiare semplicemente panato e fritto. In Calabria si usa prepararlo in umido. I filetti possono essere arrostiti in padella o cotti sulla piastra e molto gustoso è anche il carpaccio di pesce serra al sedano.

 

Costardella

La costardella è diffusa nel mar Mediterraneo e lungo le coste atlantiche. Presente in tutti i mari italiani, più rara nell’alto Adriatico e comunissima nello Stretto di Messina. Simile all’aguglia, si riconosce per il corpo meno allungato, a sezione quasi circolare. Ha mascelle allungate ed appuntite, sottili e delicate. La costradella è ricoperta da piccole scaglie, molto sottili e caduche. Il colore del dorso è blu-violaceo o azzurro-grigiastro mentre i fianchi ed il ventre sono argento brillante.

costardelle

In cucina, la tradizione siciliana propone diverse ricette. Tipiche del messinese le costardelle fritte alla messinese, le braciole di costardelle e le costardelle ripiene. Piacciono anche cosparse di pane grattuggiato, pecorino, capperi, pomodorini tagliati a quarti e olive, cotte al forno.

Alaccia, pesce serra o costadella, volete svelarci quali sono le vostre ricette di famiglia con questo pesce povero?

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO CON I TUOI AMICI

Ti è piaciuto questo articolo?

Vuoi restare aggiornato su tutte le novità del Giornale del Cibo?

Iscriviti alla Newsletter: riceverai ogni giovedì una selezione degli articoli, delle ricette e degli eventi più rilevanti della settimana sul mondo del food e dintorni

Dichiaro espressamente di aver preso visione dell’informativa resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 ed autorizzo il trattamento dei dati.

A proposito dell'autore

Francesca Bono

Nata a Bologna dove vive e lavora. Per Il Giornale del Cibo segue le rubriche Tra frigo e dispensaMercato e Trend. Il suo piatto preferito sono gli gnocchi di patate con sugo di pomodoro e funghi perché adoro gli gnocchi che mi ricordano tanto mia nonna. In cucina non può mancare: l'ordine perché se non è tutto a posto non posso cominciare a risporcare.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata