Care lettrici e cari lettori del giornale del cibo (ma sarebbe più giusto dire care giornaliste e cari giornalisti per la vostra attiva partecipazione a ogni sezione del giornale) vi ringrazio per aver risposto così numerosi al sondaggio sugli OGM, a conferma della sensibilità del tema e del desiderio di dire la propria opinione.
Qualche commento:

  1. Prima di tutto i parecchi “non so”: 15% alla prima domanda, 5% alla seconda, 17,5% alla terza, 25% alla quarta, 15% alla quinta. Segno che il tema è complesso, ostico, specialistico. Bisognerebbe avere più informazione, ma spesso è difficile distinguere quella buona da quella cattiva (ovvero quella che si basa sui fatti oggettivi da quella ideologica o dettata da pregiudizi o, addirittura, da interessi economici).
  2. La maggioranza, comunque, è nettamente contraria: il 62,5% è contraria alla coltivazione in pieno campo, il 52,5% anche alla sperimentazione. Il 50% ritiene che OGM e biologico non possano convivere, e con la stessa percentuale vi siete espressi contro l’idea che gli OGM facciano bene all’ambiente.
  3. La minoranza però non è irrilevante: sulla sperimentazione essa insidia la maggioranza con ben il 42,5% di favorevoli. E minoranze di questo dimensione vanno rispettate.
  4. L’ultima domanda, infine: so che è stata criticata. Ma era una domanda volutamente un po’ birichina. Mettere in contrapposizione la comunità scientifica (con la quale spesso si è d’accordo ma in questo caso no) con la comunità dei politici (con cui spesso non si è d’accordo ma questa volta si) è proprio una vigliaccata. Ma era per giocare un poco. E il gioco è stato premiato con un risultato clamoroso: 42,5% pari! Tiriamo la monetina?

Cari saluti a tutti
Giuliano Gallini

Tra i libri di cui vi ho proposto la lettura, alcuni vedono gli OGM come il diavolo, altri come l’acqua santa. E voi?

1) Sei d’accordo sulla coltivazione in Italia in pieno campo degli OGM?
22,5%
No
62,5%
Non lo so
15,0%
2) Sei d’accordo sulla sperimentazione in Italia in pieno campo degli OGM?
42,5%
No
52,5%
Non lo so
5,0%
3) OGM e biologico possono convivere?
32,5%
No
50,0%
Non lo so
17,5%
4) Sei d’accordo con l’affermazione che con gli OGM si produrrebbe meno CO2, si userebbero meno pesticidi e fertilizzanti, per cui farebbero bene all’ambiente?
25,0%
No
50,0%
Non lo so
25,0%
5) Sei più d’accordo con la comunità scientifica italiana che si è espressa chiaramente sull’utilità e la sicurezza di proseguire la sperimentazione in pieno campo degli OGM o con i politici italiani che l’hanno vietata?
D’accordo con la comunità scientifica
42,5%
D’accordo con i politici
42,5%
Non lo so
15,0%

Voti totali: 200

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO CON I TUOI AMICI

Ti è piaciuto questo articolo?

Vuoi restare aggiornato su tutte le novità del Giornale del Cibo?

Iscriviti alla Newsletter: riceverai ogni giovedì una selezione degli articoli, delle ricette e degli eventi più rilevanti della settimana sul mondo del food e dintorni

Dichiaro espressamente di aver preso visione dell’informativa resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 ed autorizzo il trattamento dei dati.

A proposito dell'autore

Giuliano Gallini

Direttore marketing strategico di CIR food, vive a Padova e lavora tra Reggio Emilia e molte altre città italiane dove CIR ha le sue cucine. Ama leggere e crede profondamente nel valore della cultura. In cucina non può mancare un buon bicchiere di vino per tirarsi su quando sì sbaglia (cosa che, afferma, a lui succede spesso).

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata