la sportina arancione, simbolo di 'Io faccio la spesa giusta 2010'

Scopri quanto è facile fare acquisti equo solidali

di Silvia Salomoni.

 

la redazione al completo (da sinistra: Serena, Silvia, Martino, Francesca, Patrizio, Mara e Monica)Il Giornale del Cibo onora l’appuntamento annuale con “Io faccio la spesa giusta”, l’iniziativa di Fairtrade Italia per promuovere la diffusione del Commercio Equo Solidale tramite incontri, degustazioni, promozioni e sconti che si svolgeranno in giro per l’Italia dal 16 al 31 ottobre. Gli eventi in programma potete consultarli direttamente sul sito di Fairtrade oppure sottoscrivendo la pagina ufficiale di Fairtrade Italia su Facebook, qui sul Giornale del Cibo, invece, trovate qualche strumento pratico per sviluppare un approccio più critico al consumo e per capire come – a conti fatti – l’Equo Solidale interagisce con la nostra quotidianità.

Quali sono i prodotti del Commercio Equo Solidale?

semi di cacao FairtradeL’obiettivo del consorzio Fairtrade è diffondere nella grande distribuzione i prodotti del mercato equo, mettendo il proprio simbolo come garanzia solo su quei prodotti lavorati senza causare sfruttamento e povertà nel Sud del mondo, acquistati e distribuiti secondo i criteri del Commercio Equo Solidale. L’equivoco più frequente è pensare che i prodotti a marchio Fairtrade siano solamente quelli più esotici, che per associazione vengono collocati in America Latina, Africa o Asia: caffè, cacao, zucchero… In realtà, la gamma di prodotti alimentari disponibile attraverso questo circuito è ben più vasta e comprende non solo ingredienti da consumare freschi, ma anche moltissimi lavorati. prodotti Fairtrade confezionatiTra le bevande, ad esempio, ci sono i vini (Sauvignon Blanc, Merlot, Shiraz, Chenin…), i succhi di frutta, la Cola con zucchero di canna, oltre a un’ampia parabola di tipi diversi di the: verde, bianco, nero, darjeeling, alla menta, al gelsomino, alla frutta, al bergamotto, alla vaniglia, alla cannella, alle spezie, etc.
Per quanto riguarda il cacao, non crediate di trovare solamente tavolette o polvere, ci sono anche i preparati solubili, le creme spalmabili, le bevande, i biscotti, i cioccolatini e svariati altri dolci (vedi gli anacardi o chicchi di caffè ricoperti di cioccolato!). Stesso discorso per il caffè: le miscele e i formati a disposizione sono i più vari, comprese le cialde per l’espresso. banane FairtradeE poi ancora confetture, frutta secca, miele, dolci, biscotti e caramelle, spezie come curry, zenzero, pepe, noce moscata. Tra i cereali spiccano ovviamente il riso (soprattutto nei suoi formati asiatici basmati e thai) e la quinoa; poi ancora lo zucchero grezzo e di canna e la frutta fresca: banane,ananas, mango e agrumi. Insomma, un paniere ben più capiente di quanto si sia portati a pensare. Qualche buon consiglio su come utilizzare questi ingredienti in cucina potete trovarlo nella nostra sezione del Ricettario Equo Solidale.

Dove compro i prodotti Fairtrade?

marchio FairtradeL’altro falso-mito sui prodotti a marchio Fairtrade è che bisogna andarseli a cercare chissà dove, complicando le proprie abitudini logistiche di spesa. In realtà oggi questi prodotti sono disponibili in più di 5 mila punti vendita della grande distribuzione, oltre che nei negozi di biologico specializzato e alle famose Botteghe del Mondo.
Hanno una propria linea di prodotti certificata da Fairtrade Auchan, Coop e Ipercoop, Crai, Despar, semi FairtradeLidl e NaturaSì; ma distribuiscono i prodotti a marchio Fairtrade anche Bennet, Billa, Cadoro, Carrefour, Conad, Dico, DìperDì, Familia, GS, Il Gigante, Iper, Iperal, Pam, Panorama e Sait… Praticamente tutti i grandi distributori del paese, il che rende molto semplice intercettarli e inserirli nella propria quotidiana lista della spesa.
Quanto alle Botteghe del Mondo, è evidente che il loro ruolo va oltre alla compravendita: si occupano infatti di informare, sensibilizzare e divulgare le attività del commercio equo. È qui che dovete andare se vi interessa approfondire un po’, o partecipare attivamente a iniziative e eventi tematici. In Italia le Botteghe del Mondo sono oltre 200, navigando la mappa del sito Equosolidale.it potete identificare regione per regione quella più vicina a casa vostra.
ragazza sistema il suo raccontoCi sono poi molti punti di ristoro che offrono “Pause equosolidali”: molte caffetterie, ristoranti e bed & breakfast commercializzano e usano oggi prodotti a marchio Fairtrade. Senza contare il capitolo della distribuzione automatica: sono sempre più numerose le aziende e gli uffici pubblici in Italia che offrono l’opportunità di un break equosolidale ai propri dipendenti grazie al caffè, al cioccolato caldo, agli snack e alla frutta fresca certificati, distribuiti direttamente nelle macchinette.

Come mi informo su iniziative e novità?

la raccolta del cotone FairtradeQuando si parla di social network, il collegamento mentale a Facebook e Twitter è immediato. In realtà è un concetto più ampio, che non si può ridurre a questi due soli esempi (pur celeberrimi). Un social network è una piattaforma che consente di fare rete e di condividere informazioni e pensieri con un certo numero grande o piccolo di contatti selezionati: uno strumento che può diventare molto efficace se abbinato a un tema chiave. lavoratori impegnati nella raccolta della frutta FairtradeCome Zoes, acronimo di “Zona Equosostenibile”, una community dove il minimo comune denominatore è l’interesse per promuovere un futuro equo. Su Zoes si incontrano persone, istituzioni e realtà interessate a diffondere stili di vita sostenibili, mettendo in rete i propri modi di fare economia responsabile socialmente e ambientalmente. Ogni utente che si iscrive a Zoes può calcolare il proprio impatto ambientale e autodefinire un profilo di interessi e competenze utile a trovare amici da inserire nella propria rete. un lavoratore trasporta prodotti FairtradeUna volta iscritti è molto semplice poi scovare iniziative e realtà affini al proprio profilo sulla base di criteri geografici, merceologici, tematici… Per trovare collaborazione nel diffondere campagne e eventi, creare gruppi di interesse e accedere a Buonmercato, una piattaforma di e-commerce che privilegia l’acquisto solidale e collettivo nel rispetto dell’ambiente, del prezzo trasparente e della responsabilità sociale. Un modo per scoprire che adottare uno stile di vita sostenibile è prima di tutto qualcosa di bello, di utile, di desiderabile. Ma soprattutto un’occasione di incontro e di confronto.

raccolta della camomillaPer continuare a parlarne, confrontare le nostre abitudini di spesa e darci consigli equo solidali c’è il forum dedicato a Fairtrade:Commercio equo&solidale: fai la spesa giusta.

Gli eventi di ottobre con Martino e Patrizio

Ottobre è il mese giusto per fare la spesa giusta!

Guarda gli appuntamenti Fairtrade a cui parteciperanno Martino e Patrizio:

Modena

26/10 – “Sostenibilità a tavola: tra commercio equo e rispetto per l’ambiente”

Martino Ragusa, Lorella Vignali, Giorgio Prampolini
Feltrinelli, Via Cesare Battisti – ore 18

una mano tiene un chicco di caffè FairtradePadova

27/10 –   Presentazione del libro “Ho sognato una banca. Dieci anni sulla strada di Banca Etica”

Fabio Salviato (Presidente di Banca Etica), Andrea Nicolello (Fairtrade Italia), Patrizio Roversi
Feltrinelli via San Francesco, 7 – ore 18

Palermo

28/10 – “Sostenibilità a tavola: tra commercio equo e rispetto per l’ambiente”

Simone Sabaini, Martino Ragusa, Patrizia di Benedetto
Feltrinelli via Cavour, 125 – ore 18

 

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO CON I TUOI AMICI

Ti è piaciuto questo articolo?

Vuoi restare aggiornato su tutte le novità del Giornale del Cibo?

Iscriviti alla Newsletter: riceverai ogni giovedì una selezione degli articoli, delle ricette e degli eventi più rilevanti della settimana sul mondo del food e dintorni

Dichiaro espressamente di aver preso visione dell’informativa resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 ed autorizzo il trattamento dei dati.

A proposito dell'autore

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata