Soprattutto per chi resta in città, il caldo estivo può diventare insopportabile. Come combattere l’afa? Climatizzatori? Ventilatori? No, frutta e verdura di stagione a Luglio!

Con le alte temperature, infatti, aumentano la sudorazione e di conseguenza la perdita di liquidi del nostro organismo. Per reintegrare, oltre a bere più del solito, è importante mangiare frutta e verdura, ricche per natura di acqua, sali minerali e vitamine, oltre a consumare alimenti che agiscono da rimedi per la pressione bassa.

Il prodotto fresco e di stagione mantiene tutto il suo apporto nutritivo, per questo è bene scegliere sempre i prodotti locali disponibili al momento. In estate la frutta e la verdura fresca saranno un ottimo integratore naturale di liquidi, sali minerali e vitamine.

pomodori gastrite

Frutta e verdura di Luglio: ecco cosa comprare

Come verdura nel mese di Luglio vi consigliamo di scegliere:

  • barbabietole rosse
  • bietole
  • carote
  • cetrioli
  • cicoria
  • cipolle
  • cipollotti
  • fagiolini
  • fiori di zucca
  • lattuga
  • melanzane
  • patate novelle
  • peperoni
  • pomodori
  • rabarbaro
  • ravanelli
  • rucola
  • scalogno
  • sedano
  • taccole
  • zucchine.

Per quanto riguarda la frutta:

  • albicocche
  • anguria
  • amarene
  • ciliegie
  • fichi
  • fragola
  • lamponi
  • limoni
  • meloni
  • mirtilli
  • nespole
  • pere
  • pesche
  • ribes
  • susine.

 

Frutta e verdura di stagione a Luglio per tenere idratato l’organismo

Barbabietole rosse, il gusto di radici e foglie

Sapevate che la barbabietola rossa o rapa rossa è ricca di sostanze nutritive?

Tipica dei climi temperati, contiene infatti  molti sali minerali come calcio, sodio, potassio, ferro, fosforo, magnesio ed una buona quantità di vitamine: C, B1, B2, B3, B6, B9, A ed E. Ha proprietà rinfrescanti e rimineralizzanti. Inoltre, le fibre solubili di cui è composta la barbabietola rossa tengono sotto controllo il colesterolo e hanno un potere antinfiammatorio per l’intestino.

barbabietole

La barbabietola rossa ha un apporto calorico ridotto e si può consumare in diversi modi: cruda, al vapore, bollita, al forno oppure estraendone il succo. di questa verdura si può mangiare ogni parte, anche le foglie che possono essere cotte e consumate come fossero spinaci.  

Il colorante (E162) ricavato dalle barbabietole viene utilizzato dall’industria alimentare, cosmetica e tessile, per tingere di rosso/violaceo cibi, cosmetici e tessuti in modo naturale.

Ribes uno scudo per la salute

Il ribes rosso o nero cresce spontaneo nel Centro Italia e nell’Appennino, dove viene colto proprio a partire da luglio. Per chi ama raccogliere piante selvatiche, consigliamo di iniziare a prendere i frutti dalla parte superiore dell’arbusto, dove il ribes è più maturo, e continuare verso il basso.

Il ribes è ricco di acido citrico, acido malico, vitamina C, oligoelementi, acidi polinsaturi, flavonoidi e antociani esvolge un’azione diuretica e depurativa, astringente, rinfrescante e protettiva nei confronti della retina, dei vasi e dei capillari. Inoltre ha un indice glicemico molto basso e si digerisce facilmente. In ambito terapeuticoviene utilizzata ogni parte del ribes: le gemme per aiutare l’organismo a combattere le infiammazioni, le foglie per depurare ed i frutti per rafforzare l’apparato circolatorio.

In cucina il ribes, oltre ad essere mangiato fresco nello yogurt o come decorazione per piatti salati, dolci e cocktail, è ottimo anche per preparare la marmellata e dei liquori dolci. La sua polpa acidula e dolce, infine, è perfetta per realizzare ricette salate con la frutta a base di cacciagione e verdure.   

Anguria dalla polpa dissetante

Non a caso l’anguria è il simbolo dell’estate! Composta dal 92% di acqua e molto energetica per il contenuto di citrulina, vitamina B6 e magnesio, è dissetante e rinfrescante. Ideale per idratare l’organismo durante le calde giornate estive. Il suo colore rosso è dovuto al licopene contenuto nella polpa che la rende un cibo antiossidante. Oltre ad essere un aiuto per chi soffre di malattie cardiache, riduce anche i livelli di colesterolo cattivo nel sangue. Inoltre può essere consumata anche da chi segue una dieta ipocalorica poiché è povera di calorie ed essendo ricca di acqua, contrasta la ritenzione idrica.

origini anguria

Ma sapete come sceglierla? Forse il metodo più conosciuto è quello di bussare leggermente sulla superficie e sentire un suono vuoto. Per essere sicuri di prendere un’anguria matura e saporita, si deve controllare anche che il picciolo non sia secco. La presenza di chiazze gialle o di striature sul frutto indica che l’anguria è ben matura.

In cucina l’anguria  può essere consumata fresca, tagliata a fette o dadini, oppure si possono preparare con essa diversi dolci: gelati, sorbetti e semifreddi. Può essere abbinata anche ad ingredienti salati come la feta, per preparare insalate o spiedini.

Ricette con la verdura di stagione a Luglio

Per iniziare un pranzo estivo all’aperto ricco di colore e sapore, provate a preparare il risotto ai peperoni, pochi ingredienti per un risultato ottimale. I peperoni ed il concentrato di pomodoro formeranno una salsina a cui nessuno saprà resistere, da farci la scarpetta! Se la voglia di mare e spiaggia è irrefrenabile vi consigliamo, invece, gli spaghetti con cozze e peperoni, tutti ingredienti dal gusto deciso per un primo di facile esecuzione. Il tocco finale del peperoncino donerà risalto alle cozze senza però sostituire il sapore dei peperoni.

Un piatto della tradizione italiana da consumare freddo in estate è la pappa al pomodoro, una ricetta completamente a base di verdura per quelle giornate in cui si ha voglia di mangiare sano e leggero ma senza rinunciare al gusto. Il filo di olio d’oliva che va a terminare il piatto è indispensabile, quindi guai a dimenticarlo!
Non è finita qui. Tutto il profumo dell’estate si può riassumere in un unico piatto, il millefoglie di melanzane su spuma di rucola. Infatti, gli ingredienti utilizzati in questa ricetta gourmet sono tutti di stagione: melanzane, pomodoro, rucola, patate e menta, per un’esplosione di brezza estiva sulle papille gustative.

hummus barbabietola

Durante un aperitivo estivo non può di certo mancare una ricetta etnica come l’hummus ma con colori e sapori diversi quindi lasciate andare la fantasia e provate a sperimentare le varianti  con barbabietola, ceci, edamame ed erbe aromatiche. Per una ricetta da servire sia fredda che calda, provate, invece, il farro con polpo e fagioli. La preparazione non è delle più veloci, il polpo va cotto lentamente per risultare tenero ma è comunque un’alternativa alla pasta fredda per i pranzi estivi.

Infine, come si può realizzare un buffet estivo senza portare in tavola i fiori di zucca fritti e ripieni? Croccanti, filanti e profumati, sono lo stuzzichino perfetto da servire durante il mese di Luglio insieme alla frittata al forno con zucchine e menta, da fare a dadini e gustare senza sensi di colpa perché è light.

Ricette da conservare

In estate, tornare dal mare o dalla piscina e trovare il pranzo già pronto solo da riscaldare è davvero il desiderio di chiunque. Per fare in modo che diventi realtà basta un po’ di organizzazione, verdura e frutta fresca di stagione, e tante ricette veloci da conservare in freezer. Ad esempio la salsa di zucchine e noci, si prepara in pochi minuti, si può congelare ed utilizzare per condire pasta, riso o crostini. Tiratela fuori dal freezer la mattina e lasciatela in frigorifero per qualche ora, il gusto rimarrà invariato e anche la cremosità.

Un’alternativa altrettanto gustosa, è il pesto di pomodori secchi e mandorle da tenere in freezer in bicchierini monoporzione pronti in caso di necessità. Diversamente, avete mai sentito il pesto di peperoni? Fatto con ingredienti che ricordano il Mediterraneo, saporito ma allo stesso tempo estivo, colorato e facile da conservare.

muffin salati

Avete realizzato dei muffin salati con i pomodori secchi per portarli in spiaggia ma vi avanzano? Nessun problema, congelateli chiusi in dei sacchetti. Quando vi servono prelevate la quantità necessaria e scongelateli per qualche minuto al microonde, torneranno fragranti come appena sfornati.

Ancora, invece di comprare dei contorni pronti, preparate voi in casa i peperoni con capperi e olive, conservateli in freezer e serviteli per le vostre cene più veloci, quelle in cui non avete tempo di prepararli espressi.

Ed infine per stupire tutti i commensali seduti a tavola, servite la granita di melone con miele e porto, facile da preparare in precedenza e d’effetto assicurato. Con un costo basso servirete un dolce al cucchiaio dal sapore aromatico, dissetante e soprattutto senza il bisogno di accendere il forno!

Conserve con la frutta di stagione a Luglio

Fare colazione seduti in tranquillità in giardino mentre mangiate delle fette biscottate con della marmellata fatta in casa, non è forse questo il vero gusto delle vacanze estive? I più tradizionali sceglieranno la marmellata di albicocche, corposa e dolce, oppure la marmellata di pesche, leggermente più acidula. Chi invece ama sperimentare deve assolutamente provare la marmellata di bucce d’anguria, semplicissima da preparare e ottima da consumare anche nelle fredde giornate invernali per ricordare il mare ed i giorni di sole.

marmellata di fichi

Per un antipasto contadino con formaggi e salumi, invece, la marmellata di fichi è eccezionale, anche da confezionare in piccoli barattoli e regalare agli amici a cena. E poi c’è lei, l’unica, inimitabile marmellata di fragole. Buona ovunque, dentro i biscotti, su di una crostata, sopra il gelato e anche come accompagnamento per formaggi stagionati.

In questo periodo dell’anno anche i limoni sono nel loro massimo splendore quindi approfittatene per farne una marmellata. Non pensate sia troppo amara, si può accompagnare a creme più dolci come quella pasticcera per una torta oppure semplicemente spalmarla sul pane la mattina per avere da subito la giusta carica.

Vi siete chiariti le idee sulle ricette da cucinare con la frutta e verdura di  Luglio? Noi vi consigliamo anche quale pesce di stagione abbinare alla verdura e tante idee di gelati senza gelatiera per merende sane e golose.

Articolo scritto a quattro mani da Francesca Bono ed Elisabetta Pacifici

 

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO CON I TUOI AMICI

Ti è piaciuto questo articolo?

Vuoi restare aggiornato su tutte le novità del Giornale del Cibo?

Iscriviti alla Newsletter: riceverai ogni giovedì una selezione degli articoli, delle ricette e degli eventi più rilevanti della settimana sul mondo del food e dintorni

Dichiaro espressamente di aver preso visione dell’informativa resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 ed autorizzo il trattamento dei dati.

A proposito dell'autore

Francesca Bono

Nata a Bologna dove vive e lavora. Per Il Giornale del Cibo segue le rubriche Tra frigo e dispensaMercato e Trend. Il suo piatto preferito sono gli gnocchi di patate con sugo di pomodoro e funghi perché adoro gli gnocchi che mi ricordano tanto mia nonna. In cucina non può mancare: l'ordine perché se non è tutto a posto non posso cominciare a risporcare.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata