Quando il Parmigiano Reggiano incontra il prosciutto crudo sulla fetta di vitello impanato e fritto, il risultato è una delizia senza paragoni. Parliamo della Cotoletta alla Bolognese, inconfondibile, ghiotta e irresistibile. Per un bolognese doc la Cotoletta alla Bolognese è un paradiso dei sensi che non ha nulla a che vedere con la Cotoletta alla Milanese o la Valdostana. Bestemmia culinaria ancor peggiore è associarla al Cordon Bleu! È una delle ricette più rappresentative del capoluogo emiliano nel mondo e di questo antico piatto della cucina bolognese si parla anche ne «La Scienza in cucina e l’Arte di mangiar bene» dell’Artusi alla voce “Cotolette col prosciutto”.
La
ricetta è da leccarsi i baffi, e chi fa una gita a Bologna non può non provare questa delizia. Si trova in tutti ristoranti di cucina tipica in città e in provincia, ma se chiedessimo a un bolognese dove poter mangiare la ricetta autentica risponderebbero: “a casa dalla nonna”. Tuttavia, per non lasciare Bologna a pancia vuota, abbiamo selezionato alcuni posti dove mangiare una buona Cotoletta alla Bolognese secondo noi. Non rimarrete delusi!

Dove mangiare la Cotoletta alla Bolognese: 5 posti da provare

Trattoria Nonna Rosa

Emblema dell’abbondanza e tripudio di sapori è la cucina di Dino e Vito alla Trattoria Nonna Rosa. Vi accoglieranno in un ambiente familiare e godereccio per farvi gustare tutte le specialità bolognesi, dalle crescentine alla tagliatelle, ma soprattutto la Cotoletta alla Bolognese. La scioglievolezza della scaglia di Parmigiano Reggiano adagiata sulla fetta doppia di Prosciutto Crudo di Parma vi farà perdere i sensi. La carne di vitello tenera avvolta dall’impanatura dorata vi farà dimenticare ogni impegno e preoccupazione.

nonna rosa bologna

Fonte immagine: tripadvisor.it

Ristorante Biagi

È il punto di incontro dei bolognesi da quando nacque come bar e tavola calda nel 1937. Oggi è un ristorante di cucina tradizionale tout court dove Simona e Fabio, eredi della terza generazione, iper attiva nel preservare il patrimonio gastronomico bolognese, continuano a preparare la Cotolotta con la “C” maiuscola. Di per sé la Cotoletta Bolognese è sinonimo di abbondanza, ma da Biagi anche le porzioni sono di gran lunga superiori alla norma. È il caso di chiamarla “Sua Maestà Cotoletta Bolognese”.

Da Sandro al Navile

Tra le più antiche trattorie della città, nonché uno dei migliori ristoranti dove mangiare la vera Cotoletta alla Bolognese. Un piatto opulento, ritratto di Bologna “la grassa”, così appagante che sarà difficile dimenticarne il sapore. Ingredienti di qualità e vitello tenerissimo. Il Parmigiano non è troppo stagionato e questo rende il sapore ancora più deciso. Particolarmente gustosa è l’impanatura croccante e compatta che non lascia vuoti tra la carne e l’esterno, ma aderisce perfettamente in un sol boccone.

da sandro al navile

Fonte immagine: tripadvisor.it

Ristorante Cesarina

Se siete in centro a Bologna e attraversate l’affascinante piazza Santo Stefano delle sette Chiese, la tappa obbligatoria per mangiare la Cotoletta alla Bolognese doc è la Cesarina. È un locale da occasioni importanti: potete scegliere se gustare questa delizia all’interno un ambiente elegante con travi in legno sul soffitto e foto in bianco e nero della città, o all’aperto ammirando la piazza regale. Una volta impanata la carne viene lasciata insaporire due ore con gli aromi. E il risultato è un sapore eccellente.

Rosteria da Luciano

Cordiale, accogliente e invitante, proprio come la Cotoletta alla Bolognese. Materie prime di qualità, sapienza certosina nella cottura della carne. Si percepisce al primo morso che la carne è stata più volte passata nell’uovo prima di essere rosolata nel burro. Fila e fonde lungo la forchetta e il coltello, crocca in bocca per la perfezione della cottura del prosciutto e dell’impanatura. Ideale per una domenica in famiglia in un’atmosfera retrò, per far leccare i baffi anche i bambini con questa Cotoletta encomiabile.

 cotoletta alla bolognese luciano

Fonte immagine: facebook.com

Se dopo aver mangiato questo secondo tipico della cucina bolognese siete alla ricerca di altri piatti tradizionali da provare, vi consigliamo il ragù bolognese e la crescenta. Inoltre, se vi siete appassionati alla cultura gastronomica di Bologna, approfondite curiosità e ricette nelle 10 cose da non fare se invitate a cena un bolognese.

Fonte immagine in evidenza: bolognawelcome.com

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO CON I TUOI AMICI

Ti è piaciuto questo articolo?

Vuoi restare aggiornato su tutte le novità del Giornale del Cibo?

Iscriviti alla Newsletter: riceverai ogni giovedì una selezione degli articoli, delle ricette e degli eventi più rilevanti della settimana sul mondo del food e dintorni

Dichiaro espressamente di aver preso visione dell’informativa resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 ed autorizzo il trattamento dei dati.

A proposito dell'autore

Ilaria De Lillo

Nata a Foggia, vive a lavora a Bologna. Per il Giornale del Cibo scrive di approfondimenti, eventi e scuola di cucina. Il suo piatto preferito sono le polpette al marsala di nonna Francesca, perché “più che un piatto sono un correlativo oggettivo di montaliana memoria: il profumo di casa, le chiacchiere con papà, la dolcezza di mamma che prepara da mangiare, le risate con mia sorella e i cugini. Insomma, un tripudio di ricordi ed emozioni a tavola”. Per lei in cucina non possono mancare gli ospiti, “altrimenti per chi cucino?”

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata