Mentre in questi giorni a Milano un ragazzino della scuola media è stato invitato a uscire in strada per consumare il suo pasto portato da casa, Como va controcorrente e sperimenta la doggy bag nelle mense. Da lunedì scorso, infatti, circa 1650 bambini delle scuole primarie di Como ricevono un sacchetto termico, lavabile e riutilizzabile, realizzato nell’ambito dell’iniziativa “Portami a casa con te”, che vede la collaborazione tra Comune, società che si occupa dei rifiuti, guardie ecologiche volontarie e Legambiente.

Doggy bag nelle mense contro lo spreco

doggy bag scuola

Nell’acceso dibattito che contrappone la refezione scolastica, e il suo ruolo educativo, al diritto al panino da casa, si inserisce un’iniziativa del tutto nuova, ovvero la doggy bag nelle mense di Como. Un progetto antispreco alimentare che coinvolge le classi terze, quarte e quinte delle scuole primarie per riflettere sul valore del cibo.

Il panino da casa diventa il panino da scuola

I bambini, infatti, potranno portare via pane, frutta, e prodotti da forno del menù non consumati a scuola, capovolgendo completamente la prospettiva della questione: con “Portami a casa con te” è il panino delle mense scolastiche ad arrivare nelle case, per sensibilizzare bambini e famiglie sull’importanza di riciclare gli avanzi.

Como: la mensa protagonista dei percorsi didattici

laboratori cucina a scuola

“Portami a casa con te” è solo una delle iniziative didattiche legate al cibo proposte nelle scuole dell’infanzia e primarie di Como. Al centro l’idea che che mangiare non è solo nutrirsi, ma anche condividere il momento del pasto e mantenersi in salute, a sottolineare il ruolo sociale della mensa scolastica e l’importanza di un’alimentazione sana per proteggere la salute. Ecco perché, insieme al progetto antispreco inaugurato la settimana scorsa, il settore Ristorazione Scolastica ha promosso diversi percorsi didattici:

  • Lo sviluppo del gusto
  • Chi mangia piano va
  • Uno smile salvacibo
  • Piatti sani e gustosi
  • La prima colazione come la facciamo?

In questo modo si vogliono affrontare, fin dalla tenera età, i temi che riguardano il cibo spazzatura, l’importanza dell’alimentazione per la salute e dell’attenzione allo spreco, con particolare attenzione alla qualità del cibo e anche all’educazione al gusto, abituando i bambini a sperimentare più sapori e a preferire cibi sani.

Dalla mensa a casa: un legame educativo

I vari progetti, spesso sotto forma di laboratori e appuntamenti, vedono il coinvolgimento diretto dei genitori, per raccogliere informazioni sulle abitudini alimentari dei bambini, per coinvolgerli in “gare di cucina” a base di legumi, verdure e pesce (alimenti sani non sempre amati dai bambini) o, come avviene con la doggy bag nelle mense, lavorando con loro sul tema dello spreco alimentare e del riciclo. Si tratta, quindi, di un patto educativo stretto tra Comune, scuola e famiglia, a riprova che una collaborazione proficua è possibile.

cucina a scuola

Con il sacchetto antispreco del progetto “Portami a casa con te”, a Como i bambini delle scuole primarie potranno sperimentare insieme alle loro famiglie un semplice gesto, quotidiano, che risponde pienamente a uno dei punti della recente legge italiana antispreco, ovvero la possibilità della family bag, o doggy bag, per l’asporto del cibo non consumato.

A Como non ci si chiede più se solo il panino da casa, o anche la mensa scolastica, siano un diritto, ma si è andati oltre. La refezione scolastica qui svolge un ruolo attivo dell’educazione alimentare e civica e si pone come esempio di best practice cui fare riferimento.
Nel corso dell’anno avremo modo di raccontarvi come sta andando il progetto; a voi piacerebbe che anche nelle scuole della vostra città ci fosse la possibilità della doggy bag nelle mense?

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO CON I TUOI AMICI

Ti è piaciuto questo articolo?

Vuoi restare aggiornato su tutte le novità del Giornale del Cibo?

Iscriviti alla Newsletter: riceverai ogni giovedì una selezione degli articoli, delle ricette e degli eventi più rilevanti della settimana sul mondo del food e dintorni

Dichiaro espressamente di aver preso visione dell’informativa resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 ed autorizzo il trattamento dei dati.

A proposito dell'autore

Elena Rizzo Nervo

Elena è nata a Bologna, dove vive e lavora. Per Il Giornale del Cibo si occupa di attualità, nutrizione e alimentazione e illegalità alimentare. Il suo piatto preferito é il Gateau di Patate, "perché unisce gusto e semplicità e conquista tutti". Per lei in cucina non può mancare una bottiglia di vino, "perché se c'è il vino c'è anche la compagnia..."

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata