Diretta da Venezia: le novità in programma

Cento Parole su ‘L’ordine delle cose’ di Andrea Segre

Di Giuliano Gallini

Andrea Segre nel suo ultimo lungometraggio “L’ordine delle cose”, appena presentato alla 74esima Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia, parla della tematica della tratta di esseri umani nel Mediterraneo, attraverso il punto di vista di un funzionario del Ministero degli Interni che, in missione in Libia per cercare di ridurre gli sbarchi in Italia, vive la dimensione tragica del dilemma senza soluzione. Potrebbe infatti salvare una ragazza somala dai campi per migranti libici, ma come giustificarlo, a se stesso e alla Legge che rappresenta, quando nelle stesse giornate sta condannando al destino del respingimento migliaia di profughi? La prova di Paolo Pierobon, nel ruolo del funzionario di polizia, è superlativa. Ci regala le emozioni di un uomo che dopo aver conosciuto una migrante non riesce più a vederla come un “numero” tra gli altri, solo da far diminuire nell’ambito del dispositivo burocratico che deve governare, ma come una persona. E la sua drammatica decisione ci riguarda. Da non perdere.

Le nostre recensioni su Food On Screen

8 settembre 2017

Ammore e malavita

7 settembre 2017

7 settembre

6 settembre 2017

6 settembre

5 settembre 2017

5 settembre

4 settembre 2017

 

4 settembre

3 settembre 2017

3 settembre

2 settembre 2017

2 settembre

1 settembre 21017

1 settembre

31 agosto 2017

food on screen 31Parte la nostra diretta da Venezia dove dal 30 agosto al 9 settembre 2017 è in corso la 74esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica.

Dopo il rito più mondano della cerimonia di apertura, con parata di divi e la presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, insieme al governatore del Veneto Luca Zaia e al Ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini, spazio al cinema, con le sezioni Venezia 74, Fuori Concorso, Orizzonti, Cinema nel Giardino, Venice Virtual Reality, Biennale College – Cinema, Venezia Classici e Proiezioni Speciali. Proprio all’interno di quest’ultima sezione parteciperà “L’Ordine delle cose”, del regista Andrea Segre, che nel 2016 ha firmato anche “Expo sotto la superficie”, il docu-film che racconta l’esperienza di CIR food all’Expo di Milano.

Un ricco programma

Sono 22 i film in concorso, tra i quali è possibile trovare un filo conduttore o, perlomeno, una tematica ricorrente, ovvero quella dei rifugiati, delle minoranze e dei conflitti, come avviene ad esempio nel film “Human Flow” di Ai Weiwei che affronta la crisi umana dei migranti a Lesbo, o in “L’insulte” di Ziad Doueiri, dove un po’ d’acqua caduta dal balcone diventa un pretesto per uno scontro violento tra un palestinese e un libanese cristiano. Anche “Foxtrot” di Samuel Maoz, tratta di conflitto, raccontando le ferite della guerra, qui rappresentate da una coppia di genitori che perde il figlio in combattimento.

Nella nostra diretta da Venezia, non mancheranno, naturalmente, anche i film italiani, di cui quattro in concorso:

  • Una famiglia di Sebastiano Riso
  • Ammore e Malavita dei Manetti Bros.
  • Hannah di Andrea Pallaoro
  • The Leisure Seeker di Paolo Virzì.

Il nostro Paese è ben rappresentato01 anche fuori concorso, con molti film, tra i quali ci fa piacere ricordare “Casa d’Altri”, cortometraggio dove il regista Gianni Amelio, sempre delicato e profondo, racconta Amatrice post-terremoto.

Cibo e cinema: un’unione felice

Il Giornale del Cibo sarà presente anche quest’anno perché condividiamo i valori della Mostra, che si propone di “favorire la conoscenza e la diffusione del cinema internazionale in tutte le sue forme di arte, di spettacolo e di industria, in uno spirito di libertà e di dialogo”.

In un contesto di cultura così brillante, non poteva mancare il cibo, che da sempre dialoga con il cinema. Un legame custode di tradizioni, riti, quotidianità e convivialità, che Il Giornale del Cibo ha a cuore e promuove con grande interesse. Per questo anche quest’anno al termine della Mostra del Cinema verrà assegnato il premio FEDIC – Il Giornale del Cibo all’opera che meglio interpreta questo scambio proficuo tra cinema e cibo.

Seguite allora la nostra diretta da Venezia con le recensioni che potrete trovare pubblicate anche sulla rubrica ‘Food On Screen’, realizzata da CIAK e Venezia News, e sui canali internet di Mymovies.

Fonte immagine in evidenza: facebook.com/Labiennaledivenezia

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO CON I TUOI AMICI

Ti è piaciuto questo articolo?

Vuoi restare aggiornato su tutte le novità del Giornale del Cibo?

Iscriviti alla Newsletter: riceverai ogni giovedì una selezione degli articoli, delle ricette e degli eventi più rilevanti della settimana sul mondo del food e dintorni

Dichiaro espressamente di aver preso visione dell’informativa resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 ed autorizzo il trattamento dei dati.

A proposito dell'autore

Giuliano Gallini

Direttore marketing strategico di CIR food, vive a Padova e lavora tra Reggio Emilia e molte altre città italiane dove CIR ha le sue cucine. Ama leggere e crede profondamente nel valore della cultura. In cucina non può mancare un buon bicchiere di vino per tirarsi su quando sì sbaglia (cosa che, afferma, a lui succede spesso).

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata