Natale per molte persone è sinonimo di famiglia, solidarietà, condivisione, senza dimenticare che  il simbolo delle feste è rappresentato dal cibo, con cui spesso si esagera! Il risultato sono grandi abbuffate natalizie che ci portano a consumare pasti abbondanti e spesso grassi. Ma ecco che arriva gennaio: portatore di buoni propositi e fioretti per dimagrire, raramente rispettati. Per alleggerire il vostro senso di colpa e aiutarvi a rimettervi in forma e in salute, abbiamo pensato di proporvi una dieta detox dopo Natale, con tutti i consigli della dott.ssa Sarah Giuffré, biologa nutrizionista.

Muoversi è una priorità

sport dieta detox natale

Durante le Feste, si sa, il tempo trascorso seduti a tavola è talmente lungo che, in alcuni casi, non ci si alza neanche tra una portata e l’altra. Sperando che la situazione non sia stata così nelle vostre case e che abbiate trovato il tempo per fare almeno una passeggiata tra pranzi e cene, ricordiamo che per rimettersi in forma è necessario ripartire dall’attività motoria.
Ciò è particolarmente importante poiché i pasti natalizi sono spesso ricchi di carboidrati, grassi, sodio e zuccheri semplici, nutrienti che se consumati in maniera abbondante contribuiscono all’aumento della massa grassa, e possono causare gonfiore e un eccesso di sostanze nocive. Quindi i primi passi da compiere sono, appunto, integrare la routine con dell’attività fisica e l’alimentazione con cibi che possano sostenere il fegato nella sua funzione di depurazione, fortemente messa alla prova dai pranzi e dai cenoni. Senza sottovalutare l’importanza cruciale dell’idratazione.

Depurarsi con acqua, barbabietola e spezie

bere acqua

Infatti, dopo le feste gli organi più affaticati saranno sicuramente fegato e reni, mentre le conseguenze dirette più frequenti riguardano i parametri del colesterolo, che potrebbero essere fuori norma. Per riequilibrare l’organismo dovreste consumare cibi ricchi di antiossidanti, depurativi e antinfiammatori. Come azione detox la dott.ssa Giuffrè consiglia di “utilizzare la barbabietola rossa che aiuta ad eliminare le tossine e migliora la circolazione. Potete aggiungerla cruda o cotta al vapore in frullati, nell’insalata del pranzo o nella zuppa della sera”.

Infine, per una potente azione antinfiammatoria, potete arricchire la vostra dieta detox post natale con spezie, quali curcuma, pepe e peperoncino, ideali “da aggiungere all’olio che si utilizza per condire, in quanto favoriscono il dimagrimento aumentando la combustione dei grassi e riducendo l’infiammazione dei tessuti”.

In generale, possiamo utilizzare fonti integrali di carboidrati complessi poiché contribuiscono ad aumentare la quota di fibra di micronutrienti, aumentando anche il senso di sazietà. Altrettanto preziosi sono gli alimenti ricchi di vitamine A, E e C, e di Ferro e Zinco che sostengono il fegato.

Ma quali sono nello specifico gli alimenti che ci aiutano a depurarci?

Dieta dopo Natale: cosa mangiare per disintossicarci

dieta detox

Come per depurarsi dai metalli pesanti, anche una buona dieta disintossicante post Natale si basa su frutta, verdura, cereali integrali, oli e semi oleosi. Ecco, quindi, i consigli della nutrizionista, che attinge ai cibi di stagione, per depurare l’organismo dopo le abbuffate di Natale:

  • Arancia: un vero e proprio concentrato di vitamina C, che contribuisce sia alla purificazione dell’organismo sia al rafforzamento delle difese immunitarie.
  • Pompelmo: la sua peculiarità, tra gli agrumi, è il fatto che contiene provitamina A, C, D, B1, P. per questo si rivela molto utile nella dieta dopo Natale per la sua azione anti-colesterolo.  
  • Attingendo ancora alla lista di alimenti ricchi di vitamina C, non possiamo non menzionare il kiwi che contribuisce al mantenimento dell’equilibrio dell’organismo.
  • Ottime anche le crucifere (broccoli, cavolo, verza, cavolo romano…) che sono ricche di vitamine, sali minerali, fibre e sostanze antitumorali. In particolare, nella dieta purificante invernale non può mancare il cavolfiore.
  • Fondamentale per le sue proprietà depurative è anche il carciofo che favorisce la diuresi e abbassa i livelli di colesterolo “cattivo”.
  • Per un’azione specifica sul gonfiore addominale, invece, sono consigliati i finocchi: crudi, cotti o anche come ingredienti delle tisane.
  • Molto ricco di antiossidanti è poi lo zenzero, che aiuta anche in caso di nausea e vomito, regola la quantità di zuccheri nel sangue e migliora la digestione.
  • Assumere quotidianamente i semi di lino, inoltre, ci consente di goderne dei benefici: accelerano il metabolismo, contribuiscono alla depurazione dell’organismo e ci aiutano a fare il pieno di Omega 3.
  • Verdura, legumi e germogli a volontà: questi alimenti, infatti, soprattutto se di stagione, sono preziosi alleati del nostro corpo, in particolare dopo un periodo di scompensi alimentari come le feste. È importante, a tal proposito, consumarle fresche e crude, oppure utilizzando metodi di cottura come quella a vapore che consentano di preservarne le caratteristiche nutrizionali.

Inoltre, dopo un periodo in cui si sono consumati molti insaccati, carne rossa, zuccheri, alcolici e grassi, bisognerebbe evitarli almeno per un po’ e preferire minestroni, carni bianche o fonti vegetali di proteine, imparando ad iniziare la giornata con la frutta a colazione. Senza dimenticare che anche tè, tisane e frullati possono arricchire la nostra dieta depurativa dopo le feste.

Dieta depurativa dopo le abbuffate di Natale: tisane e frullati

cibi dieta

Oltre al cibo per depurarsi, la nutrizionista ci offre alcuni consigli riguardo le erbe, le piante e la frutta da mixare a piacimento per creare bevande che aiutano a rimettere in forma il nostro organismo e il suo funzionamento. Abbiamo, a tal proposito, un ampio ventaglio di opportunità e possiamo preparare tè, decotti, frullati, estratti, tisane, scegliendo accuratamente la soluzione più adatta alle nostre esigenze.

Té e decotti

La stagione invernale è perfetta per il té con cui godersi un momento di relax contribuendo allo stesso tempo ad eliminare le tossine. Alcuni consigli:

  • decotto di radice di pungitopo, per stimolare la diuresi
  • tè all’ortica, per depurare il fegato, le vie biliari e i reni
  • té verde, ricco di antiossidanti e oli essenziali diuretici.
  • tè alla menta, in virtù della presenza di vitamine C, A e D, contribuisce alla depurazione dell’organismo, agevola la digestione e favorisce l’eliminazione delle tossine in eccesso.  

Frullati di frutta e verdura

Per iniziare la giornata, invece, la dott.ssa Giuffré consiglia di partire dalla frutta, magari sperimentando un frullato con:

  • una mela, due arance, uno yogurt naturale scremato
  • una mela, un pompelmo, una banana
  • una carota, una mela ed un terzo di barbabietola rossa.

Tisane drenanti

tisana drenante

Le tisane drenanti, ricche di sali minerali, svolgono un’importante azione diuretica, utile per supportare una dieta disintossicante dopo Natale ed eliminare le tossine. Piante, fiori ed erbe spontanee offrono una grande varietà con cui sperimentare un mix a piacere. Potete scegliere tra:

  • tarassaco
  • orthosiphon
  • achillea
  • borragine
  • acetosa
  • bardana
  • cardo mariano
  • anice
  • liquirizia
  • foglie di frassino
  • foglie e fiori di biancospino
  • foglie di betulla e fucus
  • semi di cumino, di finocchio e di anice
  • melissa
  • viola del pensiero
  • foglie di lampone essiccate
  • tisana alla drosera, per contrastare l’eccesso di scorie dovute al consumo di troppe proteine di origine animale
  • tarassaco
  • finocchio.

Ora non vi rimane che iniziare il vostro percorso di “redenzione” post abbuffate, seguendo i consigli della nutrizionista su colazione, pranzo e cena.

Dieta detox dopo Natale: giornata tipo

zuppa leggera

Per depurare l’organismo, perdere qualche chilo di troppo e rimettersi in salute potreste sperimentare la dieta disintossicante dai 3 ai 7 giorni, seguendo le indicazioni del vostro medico di fiducia e non dimenticando che oltre all’alimentazione è importante anche l’attività fisica, magari praticando un po’ di sport in pausa pranzo. Intanto, ecco i consigli della nutrizionista per una giornata tipo:

  • La Colazione: yogurt vegetale e fiocchi di avena + 1 frutto oppure un frullato di frutta (e verdura)
  • Lo Spuntino: frutta di stagione, prediligendo melograno o agrumi
  • Il Pranzo: pasta integrale o riso integrale o farro/orzo con verdure
  • La Cena: pesce o minestrone.

Il tutto sempre accompagnato da abbondante acqua minerale da bere durante il giorno. La sera prima di andare a dormire, invece, può essere l’occasione per una tisana depurativa e ristoratrice.

foraging

Infine, per fare incetta di ingredienti drenanti per le vostre tisane, potreste approfittare del weekend per una passeggiata in montagna, sperimentando il foraging, ovvero, facendo la spesa nel bosco. Ecco che per voi le abbuffate di Natale saranno solo un lontano ricordo!

La dieta detox dopo Natale porta dei benefici a tutti e, come abbiamo visto con la dott.ssa Sarah Giuffrè, può essere un buon proposito con cui iniziare il nuovo anno.

Se siete in cerca di ricette per sperimentarla, le farfalle integrali con zucca e curcuma potrebbero fare al caso vostro, mentre vi sarà utile approfondire le proprietà dei legumi e come cucinarli al meglio, per evitare fastidiosi disturbi.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO CON I TUOI AMICI

Ti è piaciuto questo articolo?

Vuoi restare aggiornato su tutte le novità del Giornale del Cibo?

Iscriviti alla Newsletter: riceverai ogni giovedì una selezione degli articoli, delle ricette e degli eventi più rilevanti della settimana sul mondo del food e dintorni

Dichiaro espressamente di aver preso visione dell’informativa resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 ed autorizzo il trattamento dei dati.

A proposito dell'autore

Elena Rizzo Nervo

Elena è nata a Bologna, dove vive e lavora. Per Il Giornale del Cibo si occupa di attualità, nutrizione e alimentazione e illegalità alimentare. Il suo piatto preferito é il Gateau di Patate, "perché unisce gusto e semplicità e conquista tutti". Per lei in cucina non può mancare una bottiglia di vino, "perché se c'è il vino c'è anche la compagnia..."

1 risposta

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata