In estate il liquore che va per la maggiore è il limoncello. Di un colore giallo che ricorda il sole, buono da gustare freddo, ideale dopo una cena estiva. Quel che resta dopo aver realizzato questo liquore in casa, sono dei limoni senza buccia ancora buoni da usare che però mal si conservano in frigorifero perché tendono ad ammuffire velocemente. Come conservare tutto questo succo avanzato ed evitare che vada sprecato? Avete mai pensato che oltre al classico utilizzo in cucina, il limone possa essere usato anche come cura di bellezza per la pelle o come detergente per le stoviglie? In questo articolo vogliamo darvi qualche suggerimento su come conservare il succo di limone e riciclarlo per altri usi.

limoni senza buccia

Come conservare il succo di  limone: congeliamolo in cubetti

La prima cosa da fare è spremere tutti i limoni avanzati e versare il succo nelle vaschette del ghiaccio, metterle in freezer ed utilizzare un cubetto ogni volta che ne avete bisogno. Per cui, lavate bene la vaschetta del ghiaccio e riempitela con il limone spremuto stando attenti a non far cadere i semi. Mettetela poi nel congelatore. Dopo un giorno i cubetti saranno pronti e possono essere rimossi dalla vaschetta e conservati nelle pratiche bustine per congelare. Ed ora che abbiamo tutti questi cubetti di limone, cosa ne facciamo? Se andando in ufficio avete l’abitudine di portarvi il pranzo da casa, ad esempio, tenete presente che un cubetto di limone condirà alla perfezione la porzione di verdura cotta che avete intenzione di consumare. Che si tratti di bieta, spinaci o fagiolini, nel contenitore da trasporto inserite anche un cubetto di limone ancora congelato che si scioglierà nel corso della mattinata e per l’ora di pranzo avrete la verdura già condita.

Cosa fare con il succo di limone

I cubetti di succo congelato possono essere anche bevuti. Questo prezioso frutto  ha infatti numerose proprietà, come vi abbiamo raccontato parlandovi dei benefici del limone. Diversamente, seguite  queste tre rapide ricette per gustare il succo del limone.

succo limoni

Digestivo antiacido

Se vi capita di esagerare un po’ a tavola e vi rendete conto di non riuscire a digerire, provate questa mistura di limone e bicarbonato: il primo vi toglierà la sete, il secondo aiuterà il processo digestivo.

Ingredienti

  • un cubetto di limone congelato
  • un cucchiaino di bicarbonato
  • 150 ml di acqua

Procedimento

  1. Fate sciogliere un cubetto di limone congelato in un bicchiere.
  2. Aggiungete acqua e un cucchiaino di bicarbonato.
  3. Girate bene, lasciate riposare cinque minuti e poi bevete.

Bevanda dissetante

Se siete accaldati e avete voglia di una bevanda dissetante preparate una limonata: pochi semplici passaggi per avere una gustosa bibita fatta in casa.

Ingredienti

  • 5 cubetti di limone congelato
  • 150 grammi di zucchero
  • mezzo litro di acqua

cubetti ghiaccio limone

Procedimento

  1. Portate ad ebollizione l’acqua.
  2. Aggiungete lo zucchero e girate fino a che non sentirete più i granelli.
  3. Inserite i cubetti di limone congelato, che si scioglieranno piuttosto velocemente.
  4. Lasciate freddare a temperatura ambiente
  5. Trasferite tutto in una brocca, mettete in frigorifero per almeno un’ora e servite freddo.

Tisana drenante

Acqua, limone e zenzero hanno la capacità di sgonfiare la pancia ed avere un effetto diuretico, oltre al fatto che sono ricchi di vitamina C quindi perfetti anche per le difese immunitarie, in particolare in inverno. Ecco come preparare una buona tisana con il succo del limone avanzato.

Ingredienti

  • 250 ml di acqua
  • due cubetti di limone congelato
  • due centimetri di radice di zenzero

Procedimento

  1. Mettete a bollire un pentolino d’acqua.
  2. Raggiunta l’ebollizione aggiungete un paio di centimetri di radice di zenzero sbucciata.
  3. Fate sciogliere due cubetti di limone congelato in un bicchiere (circa mezzo limone).
  4. Aggiungete il succo del limone all’acqua.
  5. Lasciate in infusione per 10 minuti, zuccherate a piacere e bevete calda o tiepida.

Succo di limone per detergere

limone e bicarbonato

Oltre ad essere utilizzato in cucina per la realizzazione di bevande e tisane, il limone, come avviene per i tanti usi del bicarbonato, è un valido alleato anche come detergente per la pelle e per la pulizia di stoviglie.

Vediamo meglio di cosa si tratta.

Cosmetico per pelle ed unghie

Il limone contiene molte proprietà utili sia per la pelle sia per le unghie. Mescolando il succo con un cucchiaio di gel di aloe, potete preparare una maschera per il viso fai da te, ottima per depurare, nutrire e ammorbidire la pelle, efficace anche nella cura dell’acne.

Se avete le unghie fragili, invece, provate a trattarle in questo modo: mescolate il succo di tre limoni (circa 5 o 6 cubetti congelati) con 50 ml di olio di avocado e ogni sera ungete le unghie con questo miscuglio: si rinforzeranno e diventeranno più bianche.

Detergente per la casa

Sapevate che il limone è un ottimo detergente anche per la casa? Provate a diluirlo con un po’ d’acqua e usatelo per sgrassare una pentola incrostata: il risultato è garantito.

Infine, se il vostro ferro non stira più bene a causa del calcare, prendete un bicchiere di acqua, versate un cubetto di limone, aspettate che si sciolga e poi aggiungete un cucchiaino di bicarbonato. Con una pezzetta intingete e strofinate la piastra del ferro in particolare su fori d’uscita del vapore. Il calcare verrà rimosso e la piastra tornerà lucente.

Scaccia odori

limone lavastoviglie

Se avete cucinato pesce o pollo nel forno tradizionale o in quello al microonde è inevitabile che l’odore sia rimasto e le incrostazioni abbiano rivestito le pareti del forno. Prendete un contenitore adatto, riempitelo a metà di acqua, inserite del succo di limone spremuto, o in alternativa il solito cubetto congelato, e mettetelo in forno. Se si tratta del forno tradizionale accendete a 100° per circa venti minuti, nel microonde invece avviate alla massima potenza per due minuti: in entrambi i casi l’acqua creerà vapore che scioglierà il grasso e il limone eliminerà il cattivo odore. A questo punto, potrete estrarre il contenitore e passare una pezzetta per pulire. Il grasso depositato sulle pareti verrà via in un batter d’occhi.

Avete cucinato del pesce o sbucciato l’aglio e vi sentite un forte odore tra le mani? Prendete un limone già spremuto e ormai consumato e strofinatelo sulle mani per un paio di minuti, come fosse una saponetta. Poi sciacquate e vi renderete conto che l’odore sarà andato via.

Il limone, privato della buccia e spremuto, può essere ancora utilizzato: mettetelo nella vaschetta delle posate ed usatelo come profumatore in lavastoviglie.

Insomma, come conservare e riutilizzare il limone è facile, perché non si butta via proprio niente! Se oltre a queste idee avete voglia di preparare altre ricette a base di questo frutto, vi suggeriamo di leggere questo articolo in cui spieghiamo come fare i ghiaccioli di limone.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO CON I TUOI AMICI

Ti è piaciuto questo articolo?

Vuoi restare aggiornato su tutte le novità del Giornale del Cibo?

Iscriviti alla Newsletter: riceverai ogni giovedì una selezione degli articoli, delle ricette e degli eventi più rilevanti della settimana sul mondo del food e dintorni

Dichiaro espressamente di aver preso visione dell’informativa resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 ed autorizzo il trattamento dei dati.

A proposito dell'autore

Monica Face

Di origini napoletane, è nata e vive a Roma. In passato ha collaborato con vari settimanali, tra cui "Di più"; "Di piùTv Cucina"; "RadioCorriere Tv"; "Onda Tv"; "Messaggero Tv". Oggi invece si dedica anima e corpo al suo blog, "Che cavolo cucino, oggi?". Il suo piatto preferito è la parmigiana di melanzane, "perché è un ricordo d'infanzia e perché", dice, "quando aspettavo il mio bambino avevo sempre voglia di melanzane". Nella sua cucina non possono mancare il pane (che prepara in casa) la frutta e il caffè, "perché altrimenti... il pasto non è finito".

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata