Le marmellate permettono di conservare a lungo grandi quantità di frutta e verdura. Per avere un ottimo risultato, bisogna sapere quali ingredienti utilizzare, facendo attenzione alla stagionalità ed al luogo di provenienza, e prediligere prodotti coltivati senza sostanze chimiche. Un altro aspetto fondamentale riguarda la maturazione: la frutta non deve essere né troppo matura né acerba, al tatto deve risultare soda.
Infine, per garantire una
conservazione duratura bisogna rispettare i tempi di cottura, scegliere i giusti contenitori, invasare correttamente, sterilizzare ed etichettare ogni confezione.
Vi guideremo in un percorso tra frutta e verdura di stagione, per consigliarvi quale conserva e marmellata è meglio preparare.

confettura-di-uva

Conserve fatte in casa: l’inverno nel barattolo

Con un pizzico di spezie

Anche durante il pieno inverno è possibile preparare marmellate e conserve scegliendo i prodotti di stagione. Provate ad abbinare alla frutta a disposizione anche tante spezie: un classico è la marmellata di pere e cannella, sostituibile con altri tipi di aromi come vaniglia, anice stellato e cardamomo. Dall’antipasto al dessert, queste preparazioni si adattano perfettamente a qualsiasi tipo di menù: provate ad immaginare una torta margherita con della marmellata di carote e peperoncini piccanti! Irresistibile, vero?

Fare le marmellate in casa significa gustare cibi salutari, con sapori diversi da quelli che troviamo in commercio, privi di conservanti e con pochi zuccheri.

Le marmellate di agrumi

marmellata arance

Per la carica della mattina provate a spalmare su una fetta di pane un sottile strato di marmellata di arance e mele: la giornata continuerà sicuramente nel modo migliore. Se siete stufi di spremute e succhi, provate a dare un nuovo stimolo alle papille gustative con la marmellata di bucce di limone e la marmellata di pompelmo. Piacciono a tutti, si possono mangiare a colazione, merenda, e sono un ottimo accompagnamento per formaggi e carne, quindi, perché non provare a realizzarle? Una confettura diversa dal solito è quella di banane e arance, la preparazione ideale per iniziare la giornata con la giusta carica, ma ricordatevi: una volta aperto il vasetto conservatelo in frigo per massimo 10 giorni.

Durante il mese delle feste natalizie, clementine e mandarini ci riportano alla mente i giorni di festa in famiglia, passati a mangiare e a scartare regali. Per conservare quel profumo tutto l’anno si possono sciroppare: è un gioco da ragazzi, e il risultato sarà inimmaginabile. Potete utilizzarli accanto ai formaggi, nelle salse, nei ravioli salati e anche nella macedonia.
Un’alternativa priva di agrumi è la
marmellata alle mele con la quale si possono farcire anche torte, crostate e plumcake.

Marmellate e formaggi: l’antipasto perfetto

marmellata formaggio

Da abbinare ad un antipasto di formaggi dolci e stagionati, vi suggeriamo due golose preparazioni: la marmellata di carote e la marmellata di cipolle rosse di tropea, entrambe difficili da trovare in commercio ma semplici da preparare in casa. La ricetta preferita di chi ama mangiare le marmellate a cucchiaiate dal barattolo è quella di melangolo, ovvero l’arancia amara, un sapore pungente con un retrogusto zuccherino che difficilmente stanca e si abbina a crostini con salumi e formaggi dolci. Non abbiate paura e azzardate con gli accostamenti estremi. Provate la confettura di arance amare e cipollavi sembra improbabile? Servitela con dei dadini di pecorino e caciocavallo, sentirete che delizia!

Verdure invernali tutto l’anno

Per una tavola davvero completa e per qualsiasi tipo di occasione non possono di certo mancare, tra le conserve, i carciofini sott’olio. Ottimi per un aperitivo veloce o come contorno per un secondo di carne più ricco. Potete anche modificare la classica ricetta e fare dei carciofini in salamoia, più leggeri e particolari.
Sempre parlando degli ortaggi, tutto il loro profumo si può racchiudere in una giardiniera: sedano e carote sott’aceto, può essere preparato in grande quantità poiché oltre ad essere un piatto buonissimo può diventare anche un magnifico pensierino da regalare. Alla scorta delle conserve invernali si aggiungono le cipolle rosse sott’aceto, non sapete con cosa servirle? Vi diamo un consiglio: bollito di carne e frittata non saranno più le stesse!

Primavera in Conserva

Confetture e marmellate con i frutti primaverili

marmellata fragole

Lasciamoci il freddo alle spalle e aspettiamo la primavera avvolti da colori caldi e dolci sapori. Se non avete mai provato a fare le confetture in casa, questa è la volta buona per sperimentare e dire finalmente con soddisfazione “questa l’ho preparata io”. La noia non farà mai capolino nella vostra cucina se provate ad abbinare nuovi sapori. Le  conserve sono l’ideale per avere nella vostra dispensa solo prodotti di ottima qualità, da spalmare sulle fette biscottate  gustare la mattina appena svegli.
Provate a realizzare una buona 
marmellata di nespole, perfetta per le crostate, e per farcire i pancakes della domenica mattina, le crepes o altri dolcetti da consumare a colazione. E poi come dimenticare lei, la regina delle conserve, quella più amata da grandi e piccini: la marmellata di fragole. Chiudere in dei vasetti di vetro questa prelibatezza significa conservare il profumo e il sapore della primavera per l’intero anno. Sta a voi scegliere se lasciare le fragole in pezzi oppure frullarle.

“Ti regalo un barattolo di primavera”

Per un regalo elegante scegliete di realizzare una marmellata gustosa e ricca di proprietà benefiche: la gelatina di rosa canina è l’idea in più per chi invece di regalare un fiore vuole realizzare qualcosa con le proprie mani. Un’altra variabile da tenere in considerazione sono gli asparagi al naturale, una ricetta semplicissima per conservare tutto l’anno questa magnifica verdura e utilizzarla in ogni preparazione. Sono tre gli ingredienti indispensabili: asparagi o asparagina, sale e acqua. Più essenziale di così è impossibile!

asparagi conserve

Conserve con i frutti estivi

Le classiche: la chiara e la scura

Che estate è senza pentoloni stracolmi di marmellate? Frutta e verdura sono le protagoniste di questi mesi, ricche di colori vivaci e sapori inconfondibili. Un classico è la marmellata di albicocche, la preferita di chi ama spalmare la mattina sul pane tostato uno strato di marmellata chiara. Nonostante la frenesia della quotidianità non ci consenta più di realizzare tutti i prodotti in casa, durante la pausa estiva si può fare una dolce eccezione. È vero, camminare strappando con le mani dai rovi quelle piccole pepite scure e tingersi tutte le dita è vero un piacere, ma se la raccolta è andata a buon fine è bene preparare una marmellata di more e mele da conservare nella dispensa. Dimenticate il sapore di quella del supermercato: ogni cucchiaino vi riporterà con il pensiero alla vostra passeggiata estiva!

Le particolari: spezie e bucce

chutney di albicocche

Approfittate delle belle giornate e della frutta matura per concedervi del tempo per sperimentare: il chutney di albicocche, per esempio, accompagna perfettamente le grigliate di carne e di pesce con il suo aroma agrodolce e il profumo di spezie. Altro sapore irresistibile e particolare è quello della marmellata di melanzane, un condimento speciale per polpette di carne oppure per dolci al cioccolato. E poi, non è estate senza anguria, ma questa volta non buttate via nulla: la marmellata di bucce di anguria diventerà il vostro prodotto preferito da utilizzare in qualsiasi periodo dell’anno, a colazione e a merenda.

Zucchine in barattolo

Le conserve migliori da preparare durante il periodo estivo sono quelle con le zucchine, ancora piccole e saporitissime. Durante i lunghi mesi invernali nella dispensa non devono mai mancare le zucchine sott’olio con le acciughe, da servire come antipasto su del pane tostato, le zucchine secche sott’olio, un croccante aperitivo e le zucchine in conserva, un aromatico contorno. Cosa inserire nei vasetti per renderli esteticamente belli ma anche buoni è una vostra scelta, noi vi consigliamo qualche foglia di menta, dei pezzettini di zenzero e dei grani di pepe.

conserve zucchine

Pomodori e peperoni in barattolo

Indispensabili per sughi e ragù ma meno conosciuti per le marmellate, i pomodori sono gli ortaggi simbolo della stagione estiva. Oltre alla tradizionale passata di pomodoro, ricca di profumi e ricordi, potreste provare a realizzare la marmellata di pomodori alla vaniglia, vi sorprenderà se la accosterete a fettine di melanzane fritte o grigliate. Le conserve con frutta e verdura sono una soluzione rapida per le cene dell’ultimo momento ma anche per arricchire piatti elaborati, la ricetta dei pomodori verdi sott’olio è diversa dalle solite, soprattutto se deciderete di abbinarla con tortini di pesce azzurro.

Altri ortaggi presenti nell’orto ad Agosto sono i peperoni, con i quali si possono preparare diversi tipi di conserve: la composta di peperoni, perfetta da spalmare sul pane per un panino rustico; i peperoni sott’olio, un contorno semplice per qualsiasi piatto di carne; i peperoni farciti sott’olio, antipasto immancabile nelle tavole del sud Italia; e infine i peperoni alla concia, dal sapore decisamente strong.

Fichi ed uva: prelibatezze da conservare

marmellata fichi

Settembre è il mese di fichi e uva, due frutti che tendono a deteriorarsi con molta facilità, per questo motivo trasformarli in conserve serve a poterli gustare anche nei mesi successivi insieme ad altri tipi di frutta e verdura. La marmellata di fichi è la più comune, la versione speziata con vaniglia e cannella diventa l’accompagnamento più azzeccato per dei biscottini di pasta frolla. Per una riserva di dolcezza anche nelle giornate più buie, provate i fichi sciroppati, zuccherini e polposi. Per conservare l’uva e non sprecare neanche uno di quei chicchi tanto amati, leggete qui ma se queste idee non vi bastano provate a realizzare in casa il mosto cotto, divino per dolci, gelati e formaggi.

Autunno nel barattolo

Marmellate d’Autunno: un cucchiaio a colazione e uno a merenda

Durante l’autunno tutto si trasforma in magia, l’odore dei boschi e i colori tenui,  ogni cosa andrebbe conservata in barattoli per essere assaporata lentamente. La marmellata di cachi che vi suggeriamo di fare è la classica ricetta ma con un profumo nuovo, quello del Rhum che può essere sostituito anche da qualche spezia come l’anice stellato. Altra preparazione dolce da fare in questo periodo è la crema di cacao e nocciole: bambini, amici e parenti faranno la fila fuori dalla vostra cucina per accaparrarsene un cucchiaino.
Quando le giornate iniziano a farsi fredde e stare in cucina tra i fornelli diventa un’esperienza sensoriale piacevole, anche riscavare nella tradizione ha un gusto diverso, ed è proprio in questi momenti che è consigliabile cimentarsi nella realizzazione del vino cotto di fichi d’india, uno sciroppo siciliano dolcissimo ed utilizzato anticamente come sciroppo per la tosse.

Crema-cioccolato

Conserve a tutto pasto

Per un antipasto completo, infine, ricco di profumi di bosco, da mangiare anche durante il periodo estivo preparate le olive in salamoia e i funghi porcini sott’olio, due antiche prelibatezze che una volta assaggiate sono difficili da evitare.
In autunno, per
rinforzare le difese immunitarie, si ha bisogno di pasti sani e genuini, allora perché non affidarsi alle bacche? La marmellata di mirto, difficile da trovare nella grande distribuzione, si prepara con le dolcissime bacche coltivate ed è molto gradevole al palato. Se poi produrre in casa è la vostra passione provate anche il liquore di mirto e l’olio aromatizzato al mirto.

liquore al mirto

Fare le conserve è oltre che un modo per mangiare sane anche un’attività da fare in compagnia, basta rispettare delle accortezze necessarie per una buona riuscita ed il gioco è fatto. Inoltre se sperimentare non vi spaventa vi aiutiamo anche a realizzare delle verdure fermentate in barattolo, intriganti vero?

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO CON I TUOI AMICI

Ti è piaciuto questo articolo?

Vuoi restare aggiornato su tutte le novità del Giornale del Cibo?

Iscriviti alla Newsletter: riceverai ogni giovedì una selezione degli articoli, delle ricette e degli eventi più rilevanti della settimana sul mondo del food e dintorni

Dichiaro espressamente di aver preso visione dell’informativa resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 ed autorizzo il trattamento dei dati.

A proposito dell'autore

Elisabetta Pacifici

Elisabetta è nata a Roma, dove vive e lavora. Per Il Giornale del Cibo si occupa di cultura, cibo, cinema e curiosità. Il suo piatto preferito è il risotto, perché si può fare in moltissimi modi e non annoia mai. In cucina non posso mancare le erbe e le spezie, perché sono il tocco in più che rende unica qualsiasi preparazione.

2 Risposte

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata