L’impressione di essere sempre deboli, un generale calo di energie, la sensazione di sentirsi particolarmente stanchi sono tutte manifestazioni che conosciamo bene. Ciclicamente, infatti, capita di sentirsi un po’ “giù” fisicamente, i motivi possono essere i più vari, ma non dobbiamo disperare poiché esistono alcuni “cibi energetici” che possiamo inserire nella nostra dieta e che aiuteranno il nostro organismo a ritrovare le energie apparentemente perdute.

Gli atleti sanno bene quanto è importante scegliere alimenti che ci supportino da questo punto di vista, infatti la nostra Carmela Kia Giambrone ne ha intervistati tre per spiegarci quali sono i migliori integratori per sportivi 100% naturali.

Oggi, invece, vogliamo suggerirvi 10 alimenti perfetti per contrastare la stanchezza e rimetterci prontamente in piedi.

Cosa intendiamo per cibi energetici?

cibi energetici banane

Sappiamo bene che l’alimentazione è il modo attraverso il quale forniamo energia all’organismo. La nostra dieta, quindi, dovrebbe essere sempre orientata a dotare corpo e mente di tutto ciò che hanno bisogno per poter funzionare correttamente.

L’equilibrio tra i nutrienti è, dunque, fondamentale e abbiamo approfondito già, per esempio, come mai gli alimenti ricchi di proteine non possono proprio mancare in virtù della loro funzione di “mattoni del corpo umano”, e anche perché non possiamo fare a meno della vitamina B1, chiamata anche tiamina, fondamentale per la produzione di energia.

Ci sono, dunque, alcuni cibi che, più di altri, sono capaci di fornire al nostro organismo la carica per contrastare stanchezza, debolezza e stress, e sono proprio questi ad essere definiti “cibi energetici” in quanto  migliorano la nostra efficienza, rendendoci più attivi e performanti.

Cibi energetici: 10 consigli da Il Giornale del Cibo

Ginseng

Stimolante ed energizzante per eccellenza, il ginseng ha molteplici proprietà: infatti, è un utile rimedio contro la pressione bassa, ma anche una preziosa alternativa al caffè. Si tratta di una radice di origine cinese con proprietà rinvigorenti, energizzanti e digestive. Viene proposta sia come integratore, che in polvere e spesso come “caffè”: ha un sapore dolciastro e deciso.

Miele

miele

Il miele è un alimento dall’alto potere nutrizionale, adatto a chi pratica sport, ma anche per chi soffre di ipoglicemia: è costituito a zuccheri, in prevalenza fruttosio, e viene spesso impiegato come alternativa per dolcificare bevande e dessert. Consumarne anche una piccola quantità mette subito a disposizione dell’organismo dell’energia immediatamente spendibile e per questo rappresenta uno dei cibi energetici più impiegati. Ciò anche grazie alla sua versatilità che ci consente di consumarlo al naturale, in una bevanda calda, o in una torta.

Frutta secca

Mandorle, noci, nocciole, arachidi, pinoli, pistacchi e chi più ne ha, più ne metta. Tutta la frutta secca, infatti, è un preziosissimo cibo energizzante che ci aiuta a contrastare stanchezza e spossatezza. Trattandosi di alimenti calorici, è però importante fare attenzione alle quantità: meglio evitare di superare i 30-40 grammi al giorno per non vanificare gli sforzi della dieta. Quando mangiare la frutta secca, invece? Sempre per lo stesso motivo, è preferibile consumarla a colazione oppure come snack durante la mattinata. È perfetta, dunque, per una “pausa caffè” sana e pronta a darci lo sprint necessario per completare tutte le mansioni lavorative del giorno!

Alga spirulina

alga spirulina

La spirulina è una particolare alga considerata da molti come un “superfood” in virtù delle molte qualità benefiche che le vengono attribuite, tra le quali non ci sfugge la capacità di sostenere l’organismo in momenti di stress o stanchezza.

Si ritiene che il profilo nutrizionale sia talmente alto che la spirulina possa essere un cibo utile anche per combattere la denutrizione: è stata introdotta, infatti, in alcuni progetti in Africa e i primi risultati sembrano suggerire che anche una dose minima, introdotta nella dieta quotidiana dei bambini, li faccia crescere più sani e più energici.

Grano

Anche il grano, capace di fornire all’organismo fibre e glucosio a lento rilascio, è un prezioso cibo energizzante. Tuttavia , non è necessario consumare (solo) i classici pane, pasta e affini: infatti, possiamo inserire nella dieta anche il germe di grano. Si tratta dell’embrione del frumento che contiene in sé già tutte le sostanze che ritroviamo nella pianta una volta cresciuta: aminoacidi ad alto valore biologico, sali minerali, vitamine del gruppo B, E, D e acido folico. Viene solitamente abbinato al latte o alle bevande vegetali, oppure in minestre, zuppe e insalate.

Banane

banana frullato

Chi si sente particolarmente stanco, poi, dovrebbe sapere che può contare sui sali minerali, e in particolare sul potassio e sul magnesio, contenuto nelle banane. Infatti, anche un solo frutto ci mette subito a disposizione energie pronte per essere utilizzate e tirarci un po’ su: aiuta, infatti, a migliorare l’umore e rilassare il corpo. A chi vuole sperimentare, consigliamo questo delizioso latte di banana, perfetto per darci tutta l’energia di cui abbiamo bisogno.

Erba mate

Il solo riferimento all’erba mate, o yerba mate, vi catapulterà nella pampa argentina dove, nell’immaginario europeo, nessuno può fare a meno del suo mate, il nome del contenitore solitamente di legno dove si lascia in infusione l’erba. Non tutti sanno che questa erba dalle proprietà energizzanti si trova agevolmente anche in Italia, soprattutto nella composizione di tisane ed infusi. Perfetta per il dopo pasto per via delle proprietà digestive, l’erba mate è consigliata per recuperare le energie consumate durante la giornata.

Uova

L’ovetto sbattuto la mattina, durante i periodi di stress o durante i cambi di stagione, è uno dei classici “rimedi della nonna” contro la stanchezza. Dal punto di vista nutrizionale, il segreto è nella ricca quantità di vitamina B presente nelle uova che aiutano a trasformare il cibo in energia molto velocemente. Attenzione, però, alla quantità: troppe potrebbero farci male!

Cacao amaro

barretta cioccolato amaro

Buone notizie per i golosi che si sentono un po’ stanchi: il cacao fa parte dei cibi energizzanti. Però è bene fare alcuni distinguo: si parla, infatti, del cioccolato fondente che contiene una sostanza, la teobromina, che migliora la nostra resistenza alla fatica e ci rinvigorisce. Inoltre il cacao stimola la produzione di serotonina, l’ormone della felicità, e riduce lo stress quotidiano, senza dimenticare la piacevole sensazione di appagamento psicologico che deriva da un quadretto di una buona tavoletta di cioccolato. Insomma, è un perfetto cibo energizzante, ma cosa accadrebbe se il cioccolato fosse a rischio e stesse finendo?

Crema Budwig

Concludiamo la nostra lista di 10 cibi energizzanti con la Crema Budwig, uno dei piatti più noti del metodo Kousmine elaborato dalla dottoressa Catherine Kousmine. Si tratta di una valida colazione energizzante a base di semi di lino, frutta secca, banana, frutta di stagione, limone, cereali integrali e yogurt magro. La Crema Budwig ha una ricetta decisamente particolare, ma con una colazione così non dobbiamo preoccuparci della stanchezza quotidiana e saremo pronti ad affrontare con energia la giornata.

Se avete sperimentato altri cibi energetici che vi aiutano a migliorare le vostre giornate più fiacche, scriveteci e condividete con noi la vostra esperienza. Nel frattempo, vi consigliamo di leggere anche la lista dei cibi contro lo stress: quali sono i vostri preferiti?

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO CON I TUOI AMICI

Ti è piaciuto questo articolo?

Vuoi restare aggiornato su tutte le novità del Giornale del Cibo?

Iscriviti alla Newsletter: riceverai ogni giovedì una selezione degli articoli, delle ricette e degli eventi più rilevanti della settimana sul mondo del food e dintorni

Dichiaro espressamente di aver preso visione dell’informativa resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 ed autorizzo il trattamento dei dati.

A proposito dell'autore

Angela Caporale

Nata a Udine, vive e lavora a Bologna come giornalista freelance. Il suo piatto preferito è la pasta alla carbonara, perché le viene proprio bene in tutte le sue varianti. In cucina, per lei, non può mai mancare una compagnia ciarliera, un dolce da condividere e un buon bicchiere di vino bianco.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata