È abbastanza raro mangiare carne di cavallo a Napoli. Il mio primo approccio con questo prodotto è quindi avvenuto in età adulta, quando avevo superato i 20 anni.

Sono da sempre ghiotto di salame e una sera, a cena con la mia famiglia, decisi di aprire il frigo a fine pasto per vedere se c’era qualcosa da poter ancora sgranocchiare. Trovai un salame e decisi di tagliarne qualche fetta. Notai subito alcuni comportamenti strani: mia madre non mi fermò (normalmente mi rimproverava per il mio smodato consumo di salame) e i miei fratelli sogghignavano. Mangiai una fetta e mia madre mi chiese: “come lo trovi?”. Risposi che era buono, domandando il perché di quella domanda, e mi disse: “è salame di cavallo, ti abbiamo usato come cavia”.

Dopo questo primo, particolare, approccio, ho mangiato in varie occasioni la carne di cavallo, dalla classica fettina agli straccetti, passando per altre preparazioni tradizionali. Oggi vi propongo la carne di cavallo in tre ricette sicuramente interessanti: un filetto agli agrumi, una ricetta al sugo tipica del Salento ed infine la carne in pignatta.

Carne di cavallo: tre ricette da preparare in casa

Filetto con agrumi

La carne di cavallo, resa succulente dalla cottura con il burro, si sposa alla perfezione con l’aroma degli agrumi che dona freschezza ed acidità.

filetto carne cavallo

 

Ingredienti

  • 4 filetti di carne di cavallo (700-800 g)
  • 20 g di burro
  • 4 crostoni di pane
  • ½ arancia
  • ½ limone
  • ½ bicchiere di vino bianco
  • q.b. prezzemolo
  • q.b. olio extravergine
  • q.b. sale
  • q.b. pepe

Procedimento

  1. Versate in un tegame il burro con un cucchiaio di olio extravergine e scaldate a fiamma media, quindi unite i filetti di carne e cuocete due minuti per lato.
  2. Aggiustate con un pizzico di sale ed una spolverata di pepe, sfumate con il vino bianco e cuocete per altri cinque minuti.
  3. Tritate finemente al coltello il prezzemolo con la buccia dell’arancia e del limone, cospargete il trito sulla carne e cuocete per un altro minuto.
  4. In una padella antiaderente, sciogliete un po’ di burro, dorate i crostoni e disponeteli nei piatti. Adagiate sopra i filetti di carne, irrorateli con il sugo di cottura e servite.

Carne di cavallo al sugo

Una ricetta tradizionale del Salento, la parte più meridionale della Puglia, che valorizza la carne di cavallo con pomodori, vino rosso ed alloro.

carne di cavallo cruda

Ingredienti

  • 1 kg di cavallo (muscolo)
  • 1 l di passata di pomodori
  • 100 ml di vino rosso
  • 2 foglie di alloro
  • 1 gambo di sedano
  • q.b. olio extravergine
  • q.b. peperoncino
  • q.b. pepe
  • q.b. sale

Procedimento

  1. Versate i pezzi di carne di cavallo in un capiente tegame, unendo l’alloro, il pepe nero in grani, il gambo di sedano tagliato a pezzi e coprite il tutto con acqua.
  2. Cuocete per un’ora e mezza circa, aggiungendo un pizzico di sale quando l’acqua arriva al bollore.
  3. A cottura ultimata, scolate l’acqua tenendone da parte qualche mestolo. Scaldate in un tegame di terracotta un paio di cucchiai di olio extravergine e fate rosolare la carne.
  4. Sfumate con il vino rosso, aggiungete la passata di pomodoro e circa 200 ml di acqua di cottura. Salate e cuocete a fiamma bassa con il coperchio per 3 ore circa.
  5. Terminata la cottura servite la carne con il sugo ed alcuni pezzetti di pane casereccio.

Carne di cavallo in pignatta

Cipolla, carota, sedano, e ancora alloro, salvia, rosmarino, prezzemolo, oltre naturalmente al pomodoro: un trionfo di sapori per un piatto succulento!

bistecca cavallo erbe

Ingredienti

  • 800 g di carne di cavallo (muscolo)
  • 200 g di passata di pomodoro
  • 4 carote
  • 2 cipolle
  • 2 foglie di alloro
  • 2 foglie di salvia
  • 1 costa di sedano
  • q.b. rosmarino
  • q.b. prezzemolo
  • q.b. olio extravergine
  • q.b. peperoncino
  • q.b. pepe in grani
  • q.b. sale

Procedimento

  1. Pulite le carote, le cipolle ed il gambo di sedano e tritate tutto al coltello.
  2. Tagliate la carne a pezzi e mettetela in un tegame di terracotta (la pignatta) con le verdure e gli aromi (alloro, salvia, prezzemolo, rosmarino), la salsa di pomodoro, il peperoncino, 2 dl di acqua e un paio di cucchiai di olio.
  3. Cuocete a fiamma bassa, fino a giungere all’ebollizione, proseguendo per circa 2 ore, o comunque fino a quando il sugo si sarà addensato e la carne risulterà ben cotta.
  4. Terminata la cottura, togliete la pignatta dal fuoco e portatela in tavola per servire direttamente la carne dal tegame assieme al sughetto di pomodoro ed aromi.

Tre ricette per un ingrediente insolito per alcune zone del nostro paese. Come avviene anche per altre tipologie di carne, è bene essere informati sulle modalità con le quali vengono allevati gli animali, e per questo motivo vi consigliamo la lettura di questo articolo sul consumo di carne di cavallo.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO CON I TUOI AMICI

Ti è piaciuto questo articolo?

Vuoi restare aggiornato su tutte le novità del Giornale del Cibo?

Iscriviti alla Newsletter: riceverai ogni giovedì una selezione degli articoli, delle ricette e degli eventi più rilevanti della settimana sul mondo del food e dintorni

Dichiaro espressamente di aver preso visione dell’informativa resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 ed autorizzo il trattamento dei dati.

A proposito dell'autore

Luca Sessa

Nato a Napoli, vive e lavora a Roma come food writer e food blogger. Nel 2011 ha aperto il Food Blog "Per un pugno di capperi" che, nato per essere una vetrina dei suoi piatti, è diventato un luogo di confronto tra appassionati. Il suo piatto preferito è la Torta caprese perché: "amo il cioccolato ed è da sempre la torta del mio compleanno. Dice che in cucina non possono mancare la pasta, una padella ampia e la passione. Ha collaborato con Dissapore, iFood, Excellence, Scatti di Gusto ed ora scrive per The Fork.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata