La cucina orientale già da molti anni è arrivata sulle nostre tavole portando con sé la cultura del cibo tramite preparazioni macrobiotiche e ingredienti con importanti proprietà nutrizionali. L’ultima tendenza sono le Buddha Bowls, ovvero delle ciotole colorate composte da diversi tipi di ingredienti tra cui verdure cotte e crude, carboidrati, proteine e cereali. Un piatto unico con un nome davvero particolare, che incuriosisce chiunque ne abbia a che fare, ma che sicuramente si basa sull’importanza del mangiare sano, pulito, leggero ma senza alcuna rinuncia a livello nutrizionale ed estetico.

budda bowls ricetta

Buddha Bowls: cosa sono e come farle in casa?

Coma mai si chiama “la ciotola di Buddha”?

Vi stavate chiedendo come mai a questa preparazione è stato dato un nome così inconsueto, il significato è molto più semplice di quello che si possa immaginare. Le Buddha Bowls così colorate, gioiose ma soprattutto abbondanti, ricordano la forma della pancia del Buddha, da qui il loro nome. Inoltre, la loro preparazione, ricca di cibi che prevedono diverse cotture, richiede molta concentrazione, dedizione e amore. Vengono chiamate anche Hippy Bowls, per i loro colori sgargianti oppure Macro Bowls, per gli ingredienti salutari con cui di solito sono composte.  Insomma, rappresentano un modo speciale per prendersi cura di sé e delle persone care.

Buddha Bowls: calma e ingredienti vegetariani

E’ possibile realizzare queste ciotole solo con ingredienti vegetariani, non deve esserci nessun cibo di origine animale. Non esiste un’unica ricetta, potete realizzare ogni volta una Buddha Bowls diversa secondo il gusto del momento o la stagionalità dei prodottiti.

L’ingrediente principale che non deve mai mancare è la calma, prendersi un lungo tempo a disposizione, prima per scegliere gli ingredienti più freschi ed adatti a quel determinato momento e poi per cucinarli nel modo migliore. Alcune verdure sono più sbrigative da cucinare ma per altri cibi, come i legumi, c’è bisogno di ammollo e cotture lente. Non si tratta di una semplice insalata colorata composta da più verdure messe a caso, ci sono degli accorgimenti da seguire. Innanzitutto ogni ingrediente è a se quindi ha bisogno di rispetto e cure particolari, poi non bisogna dare meno importanza anche alla salsa che viene aggiunta per condire il tutto. La più usata è la tahina ma durante l’estate si può optare anche per una vinagrette e citronette, più leggere e fresche.

Come realizzare una Buddha Bowls in casa

budda bowls

Le ciotole che si possono comporre sono davvero infinite, noi vi diamo degli esempi per realizzare queste preparazioni in casa, in modo semplice, e poi unirle insieme componendo una Buddha Bowls.

Iniziamo dalla verdura cotta, il carpaccio di zucca cotta alla griglia è perfetto, inoltre potete sostituire l’olio d’oliva con quello di sesamo ed il sale normale con quello integrale. Per condirla servitevi di diversi tipi di semi oleosi, frutta secca e profumate erbe aromatiche. Non è periodo di zucca? Che ne pensate delle patate dolci? Un sapore inconsueto e ricche di potassio. Anche gli asparagi sono una verdura tanto leggera quanto ricca di proprietà nutritive eccezionali. Comprate sempre i più freschi e vi basterà qualche minuto in acqua bollente o al vapore per ammorbidirli.

A questo punto sbizzarritevi per quanto riguarda la parte principale della vostra Buddha Bowls, noi vi consigliamo di utilizzare la Quinoa, un cereale dalle mille proprietà benefiche. Con esso si possono preparare tante ricette salate (ma anche dolci) colorate e gustose. Vi basterà avere a disposizione tanta frutta e verdura di stagione per dei primi piatti sempre nuovi da consumare anche freddi e adatti per arricchire le vostre sfiziose ciotole. Se la quinoa vi sembra troppo difficile da reperire provate a sostituirla con il riso basmati con i suoi chicchi lunghi e profumati, un toccasana per il periodo estivo, oppure con il cous cous, veloce da preparare e scenografico da presentare.

La parte cruda la riserviamo all’insalata di lattuga e germogli di soia, fresca ma allo stesso tempo piena di sapore, con una salsina allo yogurt che fa la differenza. L’alternativa può essere anche un semplice avocado tagliato a fette, oppure della cipolla a spicchi, povera di calorie ma esplosiva di sapore. Le piccole accortezze che dedichiamo ad una preparazione distinguono un cibo qualsiasi da un cibo sacro. Le emozioni positive con cui carichiamo ogni ingrediente, che sia una scorza di limone o un cuore di bambù, rendono quella preparazione salutare ed armoniosa con il nostro stato d’animo.

budda bowls tofu

Infine non devono mai mancare le proteine vegetali, il tofu è l’alimento giusto per farne scorta, sperimentando giornalmente nuovi piatti. Ormai si trova ovunque, dai negozi specializzati in alimentazione vegetariana ai supermercati normali, ed oltre a marinato, crudo, alla piastra, fritto, si può trasformare anche in crema spalmabile, burger oppure polpette.

Prendete spunto anche da piatti di diverse nazioni, ad esempio le falafel di fave o di ceci non sono difficili da preparare ma tra spezie ed aromi invogliano chiunque a mangiarle, ed inoltre sono una bomba di proteine.  

Con questi suggerimenti le vostre Buddha Bowls sprigioneranno ogni volta positività e salute! Vi diamo anche dei consigli pratici per fare una spesa vegetariana e vegana perfetta, piena di ingredienti particolari, per rigenerare il vostro organismo.

 

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO CON I TUOI AMICI

Ti è piaciuto questo articolo?

Vuoi restare aggiornato su tutte le novità del Giornale del Cibo?

Iscriviti alla Newsletter: riceverai ogni giovedì una selezione degli articoli, delle ricette e degli eventi più rilevanti della settimana sul mondo del food e dintorni

Dichiaro espressamente di aver preso visione dell’informativa resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 ed autorizzo il trattamento dei dati.

A proposito dell'autore

Elisabetta Pacifici

Elisabetta è nata a Roma, dove vive e lavora. Per Il Giornale del Cibo si occupa di cultura, cibo, cinema e curiosità. Il suo piatto preferito è il risotto, perché si può fare in moltissimi modi e non annoia mai. In cucina non posso mancare le erbe e le spezie, perché sono il tocco in più che rende unica qualsiasi preparazione.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata