La mattina al risveglio, durante la pausa pranzo con i colleghi, tra amici al bar, per chi non consuma il caffè sono questi i momenti della giornata in cui subentra l’indecisione su come sostituirlo. Se anche voi siete tra quelle persone che per un motivo o per un altro, vogliono ridurne il quantitativo o smettere completamente, vi elenchiamo le alternative al caffè da consumare in casa o quando si è fuori.

Ecco, quindi, delle bevande sostitutive che ci danno la stessa carica per affrontare la giornata, magari con gusto e, perché no, anche effetti benefici per la salute. Alcune di queste varianti del caffè si possono consumare in ogni momento della giornata perché non contengono sostanze nervine, anzi fanno bene al nostro organismo e sono completamente naturali. Inoltre, ormai queste alternative al re delle pause sono di facile reperibilità, si trovano nei supermercati biologici e nei bar più forniti. Curiosi di scoprire come potete sostituire il caffè durante le vostre pause?

Alternative al caffè: 8 sostituti salutari

Ginseng, sorprendente radice cinese

caffè al ginseng

Una delle bevande più consumate nei bar durante tutto il giorno, dopo il caffè, è sicuramente il ginseng. Una radice rinvigorente, energizzante e anche digestiva. Se di buona qualità viene presentata come un normale caffè, in tazza piccola o grande, ed ha lo stesso effetto. Ha un gusto dolce e deciso, molto gradito anche dagli appassionati del caffè. Grazie al ginseng si possono migliorare alcune capacità fisiche e mentali poiché rafforza il sistema immunitario. Si tratta di un adattogeno ovvero riesce a portare l’organismo ad uno stato ideale e a superare meglio i momenti di stress, aiuta il corpo ad adattarsi ad ogni cambiamento.

Erba di grano, l’energia verde

erba di grano

Oltre all’effetto energizzante questo mix di orzo, farro e frumento è anche ricco di proprietà benefiche come le vitamine, sali minerali e antiossidanti. Il succo di erba di grano dona un’elevata resistenza fisica e mentale, aumenta le difese immunitarie e depura l’organismo. Ogni bicchiere contiene una grande percentuale di clorofilla per questo oltre ad apparire di colore verde combatte i radicali liberi, viene utilizzata come antibatterico naturale e conferisce resistenza. Solitamente l’erba di grano viene venduta nei supermercati biologici sotto forma di polvere da sciogliere nell’acqua. Il suo sapore è unico, fresco al palato con retrogusto di erba e di terra.

Erba Mate, un supporto mentale e fisico

erba mate

Andiamo in sud America dove dall’infusione dell’erba mate si ottiene una bevanda benefica sia per il corpo che per la mente. Può essere una valida alternativa al caffè in quanto contiene una sostanza simile alla caffeina che si chiama matina, per la sua capacità di stimolare il sistema nervoso ed aumentare l’energia. Molti utilizzano l’erba mate per le sue proprietà antiossidanti e diuretiche poiché aumenta il metabolismo fisico e contribuisce al dimagrimento corporeo. Il suo sapore è davvero gradevole e particolare, si può servire sia calda che fredda e si può aggiungere sia il latte che lo zucchero, l’aspetto davvero importante dell’erba mate è che va bevuta in compagnia. Le foglie essiccate si trovano nei negozi biologici e nelle erboristerie, la sua preparazione è come quella di una semplice tisana anche se tradizionalmente gli Indios preparano la Yerbe Mate nel matero, un recipiente tondo, e la bombilla, un’apposita cannuccia di metallo con filtro.

Caffè di Ghiande, dalla carestia alla moda del momento

caffè di ghiande

Durante i periodi di povertà era difficile, se non impossibile, trovare i chicchi di caffè per questo venivano usate le ghiande della quercia.

Avete sentito bene e ora siete curiosi di provarlo? Dopo una lunga passeggiata nel bosco, fate bollire le ghiande sbucciate per un’oretta, poi tostatele nel forno ad alta temperatura e una volta secche macinatele in un mortaio a mano. In questo modo creerete a casa la vostra polvere di caffè di ghiande da poter aromatizzare come volete, con cannella o vaniglia, ma anche con chiodi di garofano o zenzero. Fate bollire il tutto in acqua per qualche minuto, filtratelo ed ecco la magia. Una bevanda completamente priva di caffeina che possono bere tutti, dai bambini agli anziani.

Caffè di Cicoria, tutte le proprietà della pianta

caffè di cicoria

Oltre che ripassata in padella o come condimento per delle torte salate, con la cicoria si può ottenere un’ottima bevanda dal gusto amaro simile a quello del caffè ma senza caffeina. Durante il periodo autunnale vengono raccolte le radici della cicoria, ed una volta fatta essiccare viene macinata, fatta bollire in acqua e poi filtrata oppure esistono delle miscele già pronte da poter mettere nella moka. Il caffè di cicoria, oltre ad avere un buon sapore, è ottimo per la salute del corpo: aiuta la digestione, regolarizza la frequenza cardiaca, disintossica il fegato, migliora la flora batterica intestinale, regolarizza la glicemia ed infine contrasta i radicali liberi. Il caffè di cicoria si può trovare nei supermercati più forniti, nei negozi biologici o nelle erboristerie, ed è disponibile macinato, solubile e in bustine. Insomma non avete nessuna scusa per non provarlo!

Caffè di Farro, da bere durante tutta la giornata

caffè di farro

Quante ricette abbiamo sentito e provato con il farro? Tra loro c’è anche il caffè, una bevanda che fa bene all’intestino e depura l’intero organismo. Si tratta semplicemente di farro tostato e macinato, da realizzare poi con l’uso di una caffettiera o in un pentolino con acqua calda. Si trova nei negozi biologici oppure nei grandi supermercati. Il suo retrogusto amaro ricorda molto quello del caffè, quindi è bene zuccherarlo. Possiede proprietà antianemiche e antiossidanti, ottimo a tutte le età, anche per gli anziani e i giovani adolescenti.

Caffè d’Orzo, semplice da preparare e buono da bere

caffè d'orzo

Chiunque almeno una volta nella vita, per non bere troppi caffè durante la giornata, al bar ha ordinato un caffè d’orzo. Un’infusione di orzo macinato e tostato che non contiene caffeina. In commercio ne esistono diverse versioni, può essere preparato in cialde, con la moka o anche solubile. Per il suo alto contenuto d’amido è ottimo come carica energetica ad inizio mattinata, contribuisce a ridurre il livello di colesterolo cattivo nel sangue e fa ritrovare la regolarità intestinale. Può essere assunto in ogni regime alimentare tranne da chi soffre di celiachia in quanto l’orzo è un cereale che contiene glutine.

Caffè di Tarassaco, una tazza di radici tostate

caffè di tarassaco

Ottenuto dalle radici tostate della pianta di tarassaco, anche chiamata dente di leone, questa bevanda è antinfiammatoria e benefica per il fegato. Ormai il caffè di tarassaco è l’ultima moda americana ma si può trovare anche in Italia, nei negozi biologici oppure in erboristeria. Spesso la miscela che viene venduta in bustine non è semplicemente tarassaco ma contiene anche cicoria ed orzo. È meglio non consumare il caffè di tarassaco in caso di  calcoli renali, gastriti e ulcere.

Se vi interessa, abbiamo anche tutte le risposte riguardo curiosità, controindicazioni e pareri degli esperti sul caffè decaffeinato

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO CON I TUOI AMICI

Ti è piaciuto questo articolo?

Vuoi restare aggiornato su tutte le novità del Giornale del Cibo?

Iscriviti alla Newsletter: riceverai ogni giovedì una selezione degli articoli, delle ricette e degli eventi più rilevanti della settimana sul mondo del food e dintorni

Dichiaro espressamente di aver preso visione dell’informativa resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 ed autorizzo il trattamento dei dati.

A proposito dell'autore

Elisabetta Pacifici

Elisabetta è nata a Roma, dove vive e lavora. Per Il Giornale del Cibo si occupa di cultura, cibo, cinema e curiosità. Il suo piatto preferito è il risotto, perché si può fare in moltissimi modi e non annoia mai. In cucina non posso mancare le erbe e le spezie, perché sono il tocco in più che rende unica qualsiasi preparazione.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata