Pensate si possa bere soltanto del freddo vino bianco nelle calde serate d’estate a base di pesce? Niente di più sbagliato: basta conoscere l’arte del giusto abbinamento cibo-birra! Concedete ai vostri sensi il piacere di pasteggiare con della buona birra artigianale. Non storcete il naso, parola mia che abbinando la giusta birra ad ogni pesce, crostaceo, mollusco o checchessia sarete molto soddisfatti.

Innanzitutto non dimenticate mai che la forza della birra scelta dev’essere proporzionata al piatto che preparerete, in termini di sapore, di grado alcolico e di struttura.

 

Abbinamento cibo-birra: ad ogni pesce la sua pinta

Lager e Pils

Capiamoci meglio con qualche esempio pratico. In generale la grande famiglia delle Lager e delle Pils è facilmente abbinabile alle numerose preparazioni a base di pesce. Pensate alla leggerezza di una Lager cruda che si accompagna splendidamente con:

  • la delicatezza una spigola bollita
  • un’occhiata o trota bianca al forno
  • una zuppa di pesce leggera e tiepida
  • antipasti con salse semplici

Zuppa di Pesce

 

Le Pils invece hanno un maggiore corpo e sono più adatte a:

  • frittura mista di paranza con calamari e gamberi
  • pesce di lago come una carpa in cui bisogna sgrassare per bene
  • tonno appena scottato o cocktail di gamberi

 

Blanche, Weizen e Ale

Tenete anche presente, però, che con dei bolliti di pesce o con delle insalate di mare molto fresche, potrete scegliere una blanche, la bianca belga dalla apprezzata leggerezza. Andrete invece su una weizen, la grande birra di grano tedesca, se avrete degli spuntini a base di pesce affumicato come salmone o pesce spada.

Con le Ale i giochi si fanno più difficili ma il carattere luppolato moderatamente alcolico delle Pale Ale trova un ottimo equilibrio con:

  • le note dolciastre di un ricco guazzetto di razze, triglie, seppioline
  • tutti i sautè di molluschi
  • una linguina a base di baccalà mantecato e sardine
  • il polpo con le patate al forno

Polpo con patate al forno

 

Vada per una Strong Ale se invece decidete di servire delle seppie in nero con polenta.

 

Bock: solo per piatti di carattere!

Per i gusti più decisi e persistenti della cucina di mare ci sono le Bock, perfette grazie alla loro maltatura e alcolicità spiccata. Ecco quindi che le abbineremo a:

  • una variegata grigliata mista il cui sentore di brace che la caratterizza richiede una birra dai caratteri decisi ma che rispetti allo stesso tempo la leggerezza della materia prima
  • un’impepata di cozze
  • un sapido baccalà alla vicentina, un pacchero ripieno di baccalà su fonduta di formaggio o un fritto in pastella (magari preparata con la stessa birra)

Impepata di cozze

 

Oppure si può optare per la cultura anglosassone fondata sulla ricerca dei contrasti: crostacei con birre corpose e alcoliche così da creare un connubio originale e stuzzicante.

Cosa pensate di questi accostamenti? Avete sperimentato altri tipi di abbinamento cibo birra? Diteci la vostra: faremo tesoro dei vostri consigli?

 

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO CON I TUOI AMICI

Ti è piaciuto questo articolo?

Vuoi restare aggiornato su tutte le novità del Giornale del Cibo?

Iscriviti alla Newsletter: riceverai ogni giovedì una selezione degli articoli, delle ricette e degli eventi più rilevanti della settimana sul mondo del food e dintorni

Dichiaro espressamente di aver preso visione dell’informativa resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 ed autorizzo il trattamento dei dati.

A proposito dell'autore

Giovanni Angelucci

Giornalista e gastronomo, collabora con numerose riviste e quotidiani che si occupano di cibo e non solo tra le quali spiccano l'Espresso food&wine e la Gazzetta dello Sport. Il suo piatto preferito sono gli arrosticini (ma che siano di vera pecora abruzzese) e gli Agnolotti del plin con sugo di carne arrosto. Dice che in tavola non può mai mancare il vino (preferibilmente Trebbiano Valentini o Barolo Elio Altare).

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata